Festa del papà e Krapfen!

15:27


Ogni giorno ormai è una buona scusa per provare a fare qualche dolcetto!
Questa volta la scusa è stata niente meno che la festa del papà e ho deciso di fare i Krapfen *_*
Non volevo rischiare che mi venisse qualche ponfolo come per i primi tentativi dei Macarons, così ho scelto un blog d'eccezione da cui prelevare la ricetta.. niente meno che Anice & Cannella! (tralasciando che le sue foto sono quasi "mangiabili" tanto sono belle ♥)
E quindi eccomi qui anche io con i miei ingredienti e le mie osservazioni.. e, anche se un po' tardi, buona festa del papà a tutti!

Ingredienti per i krapfen:

300 gr di farina (150 gr farina "00", 150 gr farina manitoba);

1 uovo;
1 tuorlo;
16 gr di lievito;

50 gr di zucchero;

5 gr di sale;

60 gr di burro morbido;

Armatevi di pazienza e di tempo, io consiglio di preparare tutto il pomeriggio, così da lasciar riposare l'impasto fino alla mattina dopo.. Ma veniamo a noi!
Preparazione: In una ciotola mescolate, fino ad ottenere un composto omogeneo, il lievito insieme a 50 gr di farina (presi dal totale e quindi per fare i pignoli 25gr di manitoba e 25 di "00") e 50 gr di acqua, in modo da ottenere il pre impasto.
Lasciate riposare per 40 minuti coprendo la ciotola con una pellicola trasparente.

Impastare poi, a mano o nell'impastatrice, il pre impasto con la farina rimasta (quindi 250 gr totali), lo zucchero, le uova e il sale, e se notate che l'impasto è troppo corposo aggiungete 25 gr di latte. Continuate ad impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e solo allora aggiungete il burro, che dovrà essere morbidissimo, in modo tale da amalgamarsi con maggior facilità.
Cominciate quindi ad incordare l'impasto, avendo cura di sbatterlo di tanto in tanto sulla superficie di lavorazione, fino a che diventi elastico e si stacchi dalla spianatoia in un solo pezzo. Se utilizzate un'impastatrice avrete bisogno di meno forza e meno tempo, ma sicuramente anche farlo a mano non è impossibile! ^_^
Una volta pronto, lasciamolo lievitare per ben 2 ore e 15 minuti al caldo e ben coperto. Il mio non è cresciuto smisuratamente, anche si mi aspettavo che lo facesse, ma non demoralizzatevi in quel caso, perchè il risultato è comunque ottimo!
Riponete poi l'impasto sulla superficie di lavoro e sgonfiatelo leggermente, proseguendo poi con una lavorazione particolare che consiste nel portare i lembi dell'impasto al centro e lasciarlo riposare ancora per 10 minuti, sempre coperto. Qui, nella seconda parte, trovate un esempio pratico del procedimento, corredato di belle fotine ^_^
Ora non vi resta che stendere il vostro impasto con il mattarello, tenendo un'altezza di circa 1 cm, e coppare poi con un coppapasta oppure con un bicchiere. Dato che non si butta mai niente cercate di riutilizzare al meglio le rimanenze: io ne ho approfittato per provare a ricavarne due mini krapfen (coppati con una tazzina), ma avete libero arbitrio e potete sbizzarrirvi in qualsiasi modo ;)
Come ci consiglia Paoletta di Anice e Cannella si può optare per due soluzioni:
- Friggere direttamente i krapfen in olio non troppo bollente: non dovrebbe superare i 170°. Se come me non possedete un termometro per queste misurazioni.. andate a occhio! L'olio non deve bollire, ma deve semplicemente cominciare a farlo. Perchè non dev'essere troppo caldo? Perchè i krapfen devono avere il tempo di cuocersi anche all'interno senza abbronzarsi troppo o addirittura abbrustolirsi :)
- Far riposare i nostri krapfen in frigorifero per tutta la notte, su di un vassoio infarinato, coperti da una pellicola, non tiratissima, in modo da lasciarli crescere ancora un pochino. Al mattino poi lasciateli a temperatura ambiente per circa 2 ore e procedete con la frittura come sopra!
E adesso?? come li riempiamo? Potete sbizzarrirvi anche qui, certo è che la famosa crema pasticcera è un must per i bomboloni ed è irresistibile la tentazione di provare proprio con questa, almeno per la prima volta!
Io vi lascio la ricetta "soft" sempre di Anice & Cannella, che potete trovare qui!
Io ho dimezzato le dosi e devo dire che me n'è avanzata anche parecchia!
Due piccola considerazione a riguardo:
• Non fatevi prendere dalla densità della crema, una volta raffreddata acqusterà maggior consistenza! Quindi non fate come me che per paura che venisse troppo liquida l'ho fatta cuocere troppo a lungo. Il risultato è sempre molto buono, ma forse un po' più pesantuccio!
• Inoltre, una volta terminato il procedimento non lasciate la crema nel pentolino perchè in questo modo continuerà, anche se leggermente, la cottura. Disponete subito la crema in un recipiente e lasciate raffreddare per poi mettere in frigo!
Buon appetito! E non dimenticatevi poi di scappare in palestra, perchè questi krapfen sono proprio una bomba..!!!

You Might Also Like

6 commenti

  1. che meraviglia..da leccarsi i baffi!! complimenti!!ciao!

    RispondiElimina
  2. on ho visto le foto di Anice&Cannella ma anche la tua è assolutamente mangiabile ;-)

    RispondiElimina
  3. bèh!!! sembrano perfetti! immagino buoni ^_^

    RispondiElimina
  4. Grazie mille a tutte!!! sii in famiglia siamo rimasti piuttosto soddisfatti del risultato.. tant'è che ce li siamo pappati tutti XD
    La prossima volta curerò meglio l'aspetto! :)

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe