Chiacchierando di cose tonde

10:54

Chiacchierando di cose tonde mi viene in mente che mia nonna usava spesso l'espressione "chi nasce tondo non muore quadro", con gli anni ho imparato che aveva ragione, che nonostante l'avanzare del tempo smussi il carattere, la radice rimane sempre la stessa! e in cucina è un po' la stessa cosa, se non parti bene con una forma, quella non ti riuscirà! Ho provato a fare la piadina romagnola, però non sono stata capace di tirare la sfoglia rendendola bella tonda! ahaha...e va beh dai, però posso dirvi che la ricetta che ho trovato  nel blog "Spelucchino" era davvero ottima! Riporto le stesse dosi perchè non ho cambiato una virgola! quest'oggi un post un po' veloce scusatemi, ma è una domenica impegnativa!!

io vi saluto e vi auguro un buon weekend, a presto, Silvia

Ingredienti per 5 piadine:

500 gr di farina tipo "0"
220 ml di acqua tiepida (sempre indicativo, da valutare mano a mano)
80 gr di strutto
15 gr di sale

Preparazione:

La preparazione è veramente semplice, su una spianatoia formate una fontana con la farina, buco al centro, mettete lo strutto e man mano versate a filo l'acqua tiepida, e il sale. Lavorate l'impasto per almeno 10 minuti, poi formate 5 palline più o meno dello stesso peso e avvolgetele nella pellicola trasparente, lasciandole riposare in frigorifero per almeno 2 ore. Ultimato il riposo, stendete una sfoglia "abbastanza tonda" :) utilizzando un po' di farina sul piano di lavoro, mettete a cuocere ogni sfoglia sul testo romagnolo, che dev'essere ben caldo mi raccomando, ruotate la sfoglia di continuo e quando si formeranno delle bolle, schiacciatele con i rebbi della forchetta. Voltate poi per far cuocere il lato opposto, appena si formerà la doratura in prossimità delle bolle. Tempi di cottura veramente veloci, non li riporto perchè non ho contato!



You Might Also Like

14 commenti

  1. Wooow! Ma sei stata super-brava! Tranquilla, la piada (a Rimini la chiamiamo così perchè è più grande di quelle fatte nel resto della Romagna) è più rustica se è un po' sdozza (irregolare).
    Sappi che se vuoi puoi diminuire lo strutto. Si potrebbe arrivare fino a 50 grammi su 500 di farina, però sono da mangiare subito, altrimenti diventano secche.
    Mi raccomando: una volta provala con squacquerone e rucola condita con un filo d'olio e sale, oppure la versione dolce squaquerone e fichi carammellati. Se non trovi questo formaggio tipico della Romagna puoi usare dello stracchino maturo.
    Brava! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhh grazie mille del consiglio! infatti secondo me era un pelino morbido l'impasto, la prossima volta la rifaccio sempre seguendo il tuo consiglio! tra l'altro la provo sicuramente con lo squacquerone e la rucola!!! a presto e grazie ancora!!

      Elimina
  2. Adoro la piadina!
    Complimenti sei bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie elisabetta! A me ricorda tanto l'estate!

      Elimina
  3. Potrebbe anche essere triangolare ma si mangerebbe comunque con gli occhi!
    Proverò senz'altro questa ricetta perchè sono una piadina addicted!
    Buon weekend anche a te! ;)
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao chiara, fammi sapere cge ne pensi poi! Se leggi tra i commenti c'é il consiglio di barbara,da cui ho preso la ricetta, su varianti più leggere! A presto

      Elimina
  4. Tempo fa avevo scritto un post elogiando la forma rotonda perchè rassicurante, morbida... :-)
    Forse è vero, la nostra natura non cambia nel tempo, forse si smussano angoli o spigoli, ma l'essenza è quella... perchè fa parte di noi, è così radicata...
    La piadina mi piace in qualsiasi forma, soprattutto se tanto farcita! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao francesca, eh si è così la natura umana é quella, ma forse é giusto anche conservare la radice della propria identitá! Anche a me piace molto la piadina e poi mi ricorda il mare! A presto, vado a commentare subito il tuo nuovo post

      Elimina
  5. quanto mi piace la piadina romagnola!!! Ricordo ancora le scorpacciate nelle sue tante varianti quando andai in vacanza a Gatteo a mare!! (ma la versione dolce proposta da Barbara cosa dev'essere?!?!?!?!?). Bravissima, la tua piadina ha un aspetto davvero invitante e, se devo essere sincera, fosse perfettamente tonda io mi insospettirei!!! o forse la mia sarebbe solo tanta invidia perché sono negata con le forme regolari!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimaaa!la versione dolce proposta da barbara credo proprio sará d'obbligo provarla!!! Anche io ho dei ricordi legati all'estate e alle piadine!! A presto un abbraccio

      Elimina
  6. Anche io uso spesso quell'espressione! la piadina squisita sempre e comunque, la pasta non ci ho mai pensato, ma non credo di saperla stendere bene tonda, credo che mi venga un po' a caso, ci farò attenzione la prossima volta. a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara lilli ma si dai che importa se la forma non é giusta, importante é seguire la ricetta giusta!!!

      Elimina
  7. ottima la piadina, e visto che è ora di cena... io mi servo!!! :-P
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Da Romagnola posso dirti che è perfetta...e ti consiglio anche io di farcirla col lo squacquerone e la rucola come dice Barbara, perchè è molto gustosa! Ciaoo annalisa

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe