Di creme solari e gelati al pistacchio

17:58


gelato alla crema di pistacchiRitorno dopo un lungo mese di assenza, ho dovuto staccare un po' per diversi motivi, ma eccomi di nuovo qui, pronta per affrontare l'estate a braccia aperte e per tornare insieme a voi! Spero di esservi mancata almeno un pochino!! :)
Riparto da una ricetta fresca, che sa di estate appunto, che ha il colore della sabbia dorata e dei campi di grano, e che ha il profumo della terra della mia mamma, la Sicilia. Riparto con qualcosa di cremoso, che assomiglia ad una crema solare da spalmare sotto il sole cocente, golosa e scacciapensieri.
Torno con un gelato alla crema di pistacchio, ah,...se mi sentisse mio zio che è di Bronte sarebbe fiero di questa ricetta, anzi forse la prossima volta gli chiederò di portarmi i pistacchi della "capitale" come la chiama lui!! I diamanti verde oro!!


Ingredienti

75/80 gr di pistacchi (corrispondono ad una confezione da 150 gr con gusci)
se necessario,ma non è indispensabile, 2 cucchiaini di olio di semi (solo per agevolare la formazione della crema di pistacchi, ma se sono di ottima qualità non serve)
250 ml di panna fresca
100 ml di latte intero
100 gr di zucchero semolato
1 tuorlo
1/2 fialetta di essenza alla mandorla

Preparazione:

gelato alla crema di pistacchiSgusciate i pistacchi, metteteli su una teglia da forno e fateli tostare per 6/8 minuti a 180°, questa operazione serve a far dare un sapore più deciso alla crema e per agevolare l'operazione di eliminazione della buccia, quella scura che avvolge la parte verde del pistacchio. Mettete i pistacchi e lo zucchero nel mixer, meglio se quello piccolo, tipo tritatutto, e fate andare a velocità massima fino ad ottenere una crema molto densa. Come avete letto, ho introdotto l'utilizzo di 2 cucchiaini di semi di olio tipo arachidi, perchè? io ho fatto fatica a far uscire l'olio dei pistacchi, forse non erano di primissima qualità, quindi mi sono aiutata con questo sistema.
Pastorizzate il tuorlo d'uovo con un po' di latte, scaldando leggermente su un pentolino a fuoco vivace. Una volta raffreddato, unite tutti gli ingredienti, girate un po' per amalgare il tutto perchè la pasta di pistacchi è molto densa, versate  in un recipiente e riponete in frigorifero per almeno 2 ore.
Versate il vostro composto nella gelatiera e lasciate mantecare per 30 minuti.

You Might Also Like

13 commenti

  1. Bentornata!! Sì che ci sei mancata, ogni tanto venivamo a cercare qualche aggiornamento....
    Ti hanno aggiustato la canon da quanto vediamo dalle splendide foto!!
    Il gusto che hai scelto per questo gelato è uno dei nostri preferiti, buonissimo!!
    Tenteremo di rifarlo senza gelatiera...
    A presto!!
    Un bacione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie care!! Ora non saró più assente, promesso!!! Canon aggiustata avete notato bene! Non sapete che gioia! Un bacioneeee

      Elimina
  2. Golosita'!!! Ne vorrei una ciotolina adesso!!! Baci, Erika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che ho dovuto resistere mentre lo fotografavo, tutto per conservare il gelato fino a stasera!!! baciiii ciaooo

      Elimina
  3. Sei tornata più carica di prima con un gelato cha a me ricorda che le fresche sere d'estate quando si usciva per mangiare un gelato sul corso...bentornata! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Martina, grazie! è vero che bella associazione di pensiero, le passeggiate sul lungo mare estive!!! a presto!

      Elimina
  4. Ricetta che capita al momento giusto: due giorni fa parlavo con la mia migliore amica che ha sposato un siciliano e le ho chiesto se mi porta i pistacchi di Bronte appena torna al Sud! Si vede che ci hai ascoltato in silenzio e hai capito che il primo pensiero è stato "devo usarli per il gelato"! :-)
    Bentornata, sono venuta varie volte in questo tempo a controllare se appariva un nuovo post... e quando ti ho rivista da me ieri sono stata contenta! Ci si affeziona alle persone più presenti, qui... e si notano le assenze, eccome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pensa le coincidenze!!! Di sicuro la tua sará una golosa variante!! I miei pistacchi aimè non erano originali, ma rimedieremo la prossima volta! Grazie francesca è bello sapere che ci si segue a vicenda, ormai sono appuntamenti, questi nel blog, che sono parte del quotidiano e se non ci sono poi mancano!!! Un bacione

      Elimina
  5. Che buono il gelato al pistacchio!!! Ma ti ricordi quando le gelaterie sfornavano gelati color verde Hulk?!?!??!!? (e lasciamo perdere il gusto, va) Ed invece......!!! Deliziosa questa ricetta, bravissima e, sì, credo proprio che tuo zio approverebbe :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara senza andar lontano coi ricordi qualcuno lo fa ancora! Ma a noi piace il gelato al naturale e senza coloranti finti!!!! Un abbracciooo

      Elimina
  6. Un gelato strepitoso, ha ragione tuo zio a definirli diamanti, sono un bene prezioso, buonissimo, da usare con parsimonia (quando come me ti capita raramente di mangiarli di Bronte), un ritorno alla grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie lilli, contentissima di essere tornata!! Un abbracciooo e a presto

      Elimina
  7. Il mio preferito... apri la porta che arrivoooooooo :)
    Un abbraccio, felice serata!!

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe