Le cose che non ti aspetti

13:43

risotto al topinambur
L' attesa di qualcosa può essere ancora più bella di quello che attendevi, con i suoi preparativi, le emozioni che ti riesce a dare, lo sfarfallio nello stomaco.

La verità non è mai in programma, invece poi suona il campanello e si presenta sulla soglia, come qualcuno che vuole venderti qualcosa e tu non vuoi stare a sentire.

Da un' informazione chiesta ad una signora che attendeva il tuo stesso treno alla stazione, nasce uno scambio di racconti e dettagli della propria vita, e per cinque fermate sembrate due amiche che si erano perse e ritrovate. Poi tu scendi e la saluti, forse non la rivedrai mai più, eppure ti ha lasciato una piacevole sensazione.

Un cuore ferito dalle stesse mani di chi per tanti anni l'aveva protetto. 

La sensazione che può lasciarti un libro nonostante tu abbia letto recensioni di ogni tipo, sia quando ne parlano bene, sia quando storcono il naso...niente da fare, dipende tutto da quello che tu sei disposta a cogliere, e così magari scopri che la critica ha fatto fuori un libro che tu hai trovato favoloso e viceversa.

risotto al topinambur
Le bustine del tè hanno mille usi, dal giardinaggio al makeup, passando per il magico mondo delle pulizie, e allora ogni volta che ne sorseggerai una tazza, ti verranno in mente tantissime idee.

Le reazioni delle persone quando fai loro un regalo, non sei mai pronto...

Gli abbracci che riceviamo da chi non conosciamo, e fa niente se sono parole lasciate nei commenti di un blog, tu li senti veri.

La vera voce degli attori stranieri che ti fanno "innamorare", non corrisponde mai all'idea che ti eri fatta dell'attore, quasi sempre ti delude.

Ritrovare qualcosa che avevi perso, come le chiavi di casa, dopo aver fatto 5 chilometri in bicicletta e 5 a piedi.

E poi c'è il topinambur...lo so, non è propriamente la sua stagione, io l'ho scoperto in ritardo... una radice che ha il gusto delicato di un carciofo e durante la fioritura, ha un fiore che assomiglia ad un piccolo girasole, e per questo gli Inglesi lo chiamano "Sunflower artichoke". Ti piace, e tu non te lo aspettavi!

Risotto al topinambur con burro aromatizzato

Ingredienti:

400 gr di topinambur
300 gr di riso carnaroli
1 cipolla o scalogno
olio e.v.o.
brodo vegetale
vino bianco per sfumare
sale q.b.
parmigiano reggiano


per il burro aromatizzato:


50 gr di burro
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di succo di limone
scorza di limone grattuggiata
erbe aromatiche a piacere tritate (suggerisco timo o salvia o prezzemolo)


Preparazione:

Preparate il brodo vegetale, tenetelo sempre caldo per il risotto.
Preparate il burro aromatico, unendo a 50 gr di burro, un pizzico di sale, un cucchiaio di succo di limone, della scorza grattuggiata di limone, e delle erbe aromatiche a piacere tritate, meglio se fresche. Lavorate il burro per amalgamare gli ingredienti e rimettetelo in frigorifero.
Sbucciate i topinambur, tagliateli a tocchetti piccolissimi e metteteli in ammollo in acqua e limone, per evitare che si scuriscano.
Nel frattempo iniziate a preparare il risotto: fate rosolare e imbiondire una cipolla o uno scalogno in un po' di olio extra vergine d'oliva, scolate i topinambur e uniteli, fate cuocere un paio di minuti. Aggiungete il riso e fatelo tostare, poi versate del vino bianco (a temperatura ambiente) e sfumate. Aggiungete il brodo e continuate fino a che non sarà pronto il risotto (cottura circa 20/25 minuti). Mantecate con una parte di burro aromatizzato e del formaggio grattuggiato. Consiglio di conservare una parte di burro da far sciogliere direttamente sul piatto di risotto appena servito.
 






You Might Also Like

29 commenti

  1. Una ricetta scic!!
    Un abbraccio forte e buona domenica.
    Incoronata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Inco, sto cercando piatti più light dei dolci, vorrei perdere qualche chiletto! Buona domenicaaa

      Elimina
  2. Nella vita non si sa mai quello che ci aspetta e spesso quello che avevamo programmato va in modo diverso e viceversa..è una continua e stupenda scoperta "vivere! ^_^
    Non ho mai provato il topinambur ma mi hai davvero convinta a provarlo..io sono sempre aperta ai nuovi e sconosciuti sapori ^_^
    Un abbraccio e felice domenica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, inutile fare programmi, c'è sempre la probabilitá che i piani vengano cambiati come le carte da gioco!! Certo peró, a volte è bello così! Il topinambur ha l'aspetto di una patata bianca e il gusto del carciofo, ma meno intenso!! Buona domenica anche a te bella!!

      Elimina
  3. Le cose inaspettate sono sempre le più belle, quelle che ti tirano fuori un sorriso sincero, inatteso e per questo più puro. Sono quelle che ti lasciano dentro un turbinio di emozioni, di sensazioni, che vorresti trattenere e descrivere, ma ogni parola sai che sciuperebbe la bellezza di quell'attimo. Le cose inaspettate, inaspettatamente, riesci a goderle, ad assaporarle, realmente, fino in fondo. Un fiorellino che spunta d'improvviso lì dove non avresti mai immaginato di vederlo. Un raggio che ti riscalda di prima mattina. Scambiare chiacchiere con una signora che ti racconta dei momenti più belli della sua vita, con una dolcezza tale da farti incantare. Una musica che parte improvvisa in un vicoletto e ti accorgi che c'è un ragazzo a suonare un violino, mentre ti perdi per le strade di Roma e allora passi a perderti nella melodia di quelle note. Scoprire, tardi, forse, ma in tempo, che c'è quell'ortaggio strano, tutto bitorzoluto, che a vederlo è anche bruttino, ma che ti piace tantissimo. Il topinambur non l'ho mai mangiato ma sono sicura che, da come lo descrivi, mi piacerà tantissimo. E poi sono tanto curiosa di vedere il fiore del topinambur. Potrebbe spuntare improvviso, no?
    A presto e un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, le tue parole lo sapevo che sarebbero state belle, ma così belle sono arrivate inaspettate! e allora ti lasciano dentro una bella sensazione! mentre cerco di scrutare dietro quel vicoletto di Roma, il ragazzo che suona il violino, la cui musica adesso ha attirato anche me, e la melodia mi riporta indietro a tanti anni fa, quando a Roma ci sono venuta davvero. Se ti piace il sapore del carciofo, allora apprezzerai anche il topinambur e sono sicura che saprai realizzare una ricetta deliziosa! Ho fatto una ricerca e la fioritura inizia a fine estate e dura fino in autunno, chissà quante volte lo avremo visto nei campi! a presto cara, grazie come sempre per la tua presenza, un bacio!

      Elimina
  4. Che parole preziose, che fanno riflettere.. su tutto quello che a volte non vediamo, che a volte ci perdiamo. Eppure basta un attimo, per vivere un pizzico di felicità laddove non pensavi l'avresti mai trovata..
    Non ho mai assaggiato il topinambur, mi credi? chissà cos'altro potrò scoprire.. :)
    un abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cose che non ci aspettiamo cara Annalisa sono ovunque, sia belle che brutte ovviamente, ma soprattutto per quelle piacevoli, basta girare l'angolo e magari eccone spuntare qualcuna! ah guarda sapessi quante innumerevoli cose devo scoprire io, con calma le proveremo! un abbraccio grande anche a te!

      Elimina
  5. io adoro leggere i tuoi post, e giuro non è per piaceria che telo dico, è che mi piace tantissimo il tuo modo di scrivere e le emozioni che riesci a trasmettermi. Le parole e gli a bbracci nei commenti del blog sono come nella vita a volte sinceri a volte di opportunità ma tu animo gentile da quello che scrivi si capisce che sai cogliere il vero e il falso dell avita per cui lo saprai fare anche qui. Io al topinambur non ci sono ancora arrivata ma quest'idea che sa di carciofo mi stuzzica l'assaggio!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice mi hai lasciata senza parole, e questa è stata una bella cosa che non mi aspettavo! Io ringrazio le persone come te, che sanno lasciare un segno perchè sincere! Quando farai conoscenza con questa nuova radice, vedrai, ti sorprenderá piacevolmente! Bacioni anche a te e grazie ancora!!

      Elimina
  6. Un pacco sorpresa che arriva da tua sorella che abita lontano, il pensierino che trovi sotto al cuscino, la letterina che tutti noi da piccoli abbiamo nascosto almeno una volta sotto al piatto di mamma o papà....il tuo piatto preferito dopo una lunga giornata di lavoro e perché no, la scoperta che finalmente anche da noi è arrivato nei supermercati il topinambur!! Adoriamo il suo sapore così simile al carciofo, oramai lo compriamo spessissimo...ma il risotto ancora ci manca !!!
    Sarà delizioso !
    Un bacione grande cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva il topinambur! e grazie per le vostre "cose inaspettate" che mi avete lasciato, i vostri ricordi! un bacione anche a voi care pancette!!

      Elimina
  7. Ed è bello così, lasciarsi sorprendere ogni giorno da nuove emozioni. Anche per me il topinambur è stata una sorpresa inaspettata e me ne sono innamorata subito. Delizioso il tuo risotto Silvia.
    baci e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lisa mi sa che questa radice ha conquistato tutte allora! e non sai quante cose ho ancora da scoprire in cucina!! buona settimana anche a te Lisa e un bacione!

      Elimina
  8. Si sottovalutano le cose che non ci si aspetta, solo perché non si crede di averne bisogno. Poi quando arrivano letteralmente sconvolgono, che sia positivamente o meno.
    Non ci si aspetta ciò di cui si può fare a meno, non ci si aspetta di rimaner delusi o soffrire... diciamocelo, la mancanza di aspettative non è sempre facile da attuare! E credo stia in questo la sua magia: il capovolgimento di una via che proseguiva retta. Una curva improvvisa, una veloce discesa, il senso di vuoto nello stomaco.
    Se di qualcosa di bello si parla, allora vorrei non aspettarmi tutte le sorprese che questa vita saprà regalarmi. E gli accostamenti di nuove bontà appartengono a questa categoria. Mi (af)fido? Assolutamente sì! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Roberta, le cose che non ti aspetti arrivano anche quando meno te lo aspetti e imboccano una strada senza avvisarti con un cartello 30 metri prima, per dirti se andrai dritto o troverai una curva! indubbiamente se sono cose belle e noi lo speriamo proprio, allora che arrivino pure a sorpresa! che bello quel tuo mi af(fido)...è confortevole!! buona settimana e a presto!

      Elimina
  9. Ho letto il commento di Roberta sopra di me e ha espresso tanti concetti che condivido... :-)
    Le cose che non t'aspetti sono imprevedibili per natura e come tale possono portare una tempesta o un sole caldo... sanno stupirci e renderci fragili, ma anche accese, vive... possono farci rinascere... al momento giusto.
    Al mio occhio sai che non sfugge nulla... nel post c'è un periodo di sole due righe e l'occhio inevitabilmente si è soffermato lì... ci si rialza, quando si possiede la tua sensibilità, Silvia... all'inizio si sente come di aver perso ma in realtà è una vittoria, sai? Tra le cose che non ti aspetti c'è anche chi quel cuore lo farà battere ancora... e ancora più forte...
    Io ti abbraccio, perchè mi sento davvero di farlo dopo tutte le belle parole che ci lasciamo! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca! tu sei attentissima e questo mi piace, quelle due righe...è vero, hai fatto centro, però condivido il tuo pensiero anche io e so che sarà così, le cose inaspettate, quelle belle davvero arriveranno e quel cuore batterà più di prima! e se arriveranno cose meno piacevoli, il cuore lo rafforzeranno! ti abbraccio anche io e sono davvero contenta perchè non hai idea di come tutte parole, queste nostre, mie, tue, di tutti quelli che seguo e mi seguono mi facciano stare bene! a presto :**

      Elimina
  10. Io adoro le sorprese, piacevo o no ti fanno fermare un momento a pensare alla tua vita. E sto con uno che invece le odia...i misteri della vita :-))))
    Amo anche il topinanbur, con il suo retrogusto di carciofo. Solo che non è facile da trovare. Non sapevo che la pianta facesse i fiori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pensa capitò anche a me una cosa così! eppure come sono belle le sorprese, ma non soltanto per chi le riceve ma anche per chi le fa! :)))

      Elimina
  11. Che interessante questa ricetta ...da provare !!Complimenti anche per il blog Silvia!!!

    RispondiElimina
  12. Mai assaggiati, ma adesso, con questa tua splendida ricetta, non ho più scuse!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cecilia se ami i carciofi non te ne pentirai!! a presto

      Elimina
  13. la vita è una sorpresa continua per chi sa ancora stupirsi...piccole cose che non avevi previsto, imprevisti,novità improvvise, tutto fa parte del gioco di vivere, un abbraccio cara, passa un felice fine settimana ...adoro i topinambur !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto una cosa bella, "per chi sa ancora stupirsi delle piccole cose" penso sia proprio la chiave di tutto! un abbraccio anche a te e buon fine settimana Chiara!

      Elimina
  14. Hai ragione cara,le sensazioni sono date da quello che siamo pronti a cogliere in quel momento...Delizioso l'esempio delle idee che si susseguono sorseggiando un te,mi hai strappato un sorriso e te ne sono grata!Io qui ti abbraccio sinceramente,perchè mi piaci,perchè tocchi tanti tasti in me...Grazie tesoro e mo vado a rivedere la ricetta e il topinambur...per me un vero estraneo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa come ho sorriso io quando ho scoperto che da consumatrice accanita di thè potevo utilizzare le bustine per diverse cose! riciclaggio geniale! grazie Damiana, e io ricambio, perchè lo sento, e perchè ormai abbiamo imparato a conoscerci ed è bello così!

      Elimina
  15. Bellissime le tue parole, mi hanno emozionato, e poi mi ha rapito il tuo risotto con il topinambur che io adoro! Un bacio e omplimenti per il blog! A presto Manu

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe