Il suono delle cose... (PLUMCAKE ALLO YOGURT)

12:03


plumcake allo yogurt
Il motore della macchina quando qualcuno viene a prenderti sotto casa.

Il campanello quando aspetti un ospite e quando invece ti suonano a sorpresa. 

Lo sbattitore elettrico mentre monti la panna nella ciotola di vetro.

Le onde del mare quando si infrangono sulla riva e la spiaggia è deserta.

Il frinire dei grilli nelle notti d'estate.

Le fusa di un gatto.

Una bevanda fresca sul ghiaccio.

Uno stormo di gabbiani.

I baci degli innamorati.

Lo scatto della macchina fotografica.

Le dita veloci sulla tastiera.

La parola zenzero.
plumcake allo yogurt

Il silenzio quando ha nevicato.

Il caffè che sta per uscire dalla moka.

Una bella voce.

La risata dei neonati.

Il battito del cuore.

Un treno che arriva in stazione.

Il rumore delle chiavi di casa.

La pioggia sui vetri nelle sere d'inverno.

La carta delle caramelle.

Le fontane nelle piazze.

La chitarra e il falò sulla spiaggia.

Il ticchettio delle unghie lunghe di una donna.

Ogni suono è un'emozione ben definita, un susseguirsi di piccoli momenti in cui assaporare dei piaceri quasi segreti, come il piattino da tè su cui è appoggiata una fettina di plumcake, mentre lo fai scivolare sul tavolo in vetro, e la soddisfazione nel sentire quel "mmm...è soffice!"



Plumcake allo yogurt

Ingredienti:

150 gr di farina 00
50 gr di fecola di patate
200 gr di yogurt al cocco o vaniglia
3 uova
150 gr di zucchero semolato
100 ml di olio di riso
1 bustina di lievito per dolci
50/60 gr di frutti rossi disidratati (da infarinare)
un pizzico di sale

Preparazione:

Montate le uova con lo zucchero e il sale fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
A filo versate l'olio di riso e continuate a montare.
Unite qualche cucchiaio di farina e fecola al composto, continuate a montare a bassa velocità. Aggiungete lo yogurt e poi il resto della farina, fecola e lievito. Amalgamate. Aggiungete alla fine i frutti rossi infarinati. 
Imburrate uno stampo e infarinatelo, versate il composto e infornate a 170° per circa 40/45 minuti.













You Might Also Like

18 commenti

  1. ho ascoltato tutti questi suoni leggendoti...che bello! a volte, anzi spesso, il troppo rumore ci stordisce, e non ascoltiamo più nulla. Ma che bello invece porgere l'orecchio a singoli suoni che ci portano emozioni diverse ogni volta...

    splendido plumcake!!! io con questo dolce ho un conto in sospeso...non mi viene mai bene. Primo, per quanto io monti le uova, il tutto cala quando inserisco l'olio.
    secondo, in cottura resta "impaccato" dentro.
    sogno la tua mollica soffice e ben cotta!!!! ma ci riproverò...la poesia delle tue foto oggi mi fa sperare. :-)
    ciao!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ce ne sono ancora tanti da elencare, sono i suoni che fanno star bene! mi piace fare attenzione a queste cose! guarda Ele, io ho appena visto la tua pie alle fragole e rabarbaro e credimi, il plumcake non è niente a confronto! comunque se vuoi sapere anche io una volta ne feci uno disastroso, pensa, si era cotto all'esterno e dentro era crudo...non ti dico!! ciaoo e a presto

      Elimina
  2. Adoro il tuo modo di scrivere e rievocare sensazioni e sentimenti. Oltre al talento per la cucina trovo che tu sia particolarmente dotata anche nella scrittura. Poi, oh, questo plumcake è una favola! Me ne rubo un pezzettino... sperando di non far rumore :P :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura!! in quanto a talento per la cucina, non lo so, io mi diletto a far prove, ma poi il talento è un'altra cosa! però ti ringrazio molto!! se rubi un pezzetto invece dovresti fare un rumore, che so, il suono dei braccialetti, un ciondolo che si muove, il tacco delle scarpe...boh qualcosa che ti contraddistingua!!! :)

      Elimina
  3. Non dovremmo mai abituarci a certi suoni,sanno scandire momenti semplici e abituali ma pur sempre belli.Li ho risentiti mentre ne parlavi e non so dirti quale mi sia più graditi li ho solo ascoltati con un orecchio più attento e mi è piaciuto.Come mi piace il tuo plumcake soffice e che strappa mmmhhh a non finire.Un bacio forte tesoro,spero tu abbia sentito lo schiocco!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce ne sarebbero ancora tanti da elencare, hai detto bene...sono i suoni del quotidiano quelli a cui dovremmo fare più attenzione! Un bacio grande anche a te

      Elimina
  4. Tutti quei suoni piacevoli, delicati, intensi.. tutti a trasmettere un'emozione, come fai tu.
    E il plumcake? una soffice nuvola :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto provo a togliere un po' di delicatezza, ma il mio è un marchio indelebile!!! Ciaoo annalisa, a prestooo

      Elimina
  5. Anche questa volta ci sono tante frasi che potrei aver scritto io... i suoni sono legati alla vita e quindi alle emozioni, sono così simili agli odori per evocare momenti e risvegliare la memoria! Pensando al mio ultimo post, il rumore delle uova quando si rompono è come la prima nota di una melodia...
    Amo anche il suono di alcuni passi, quando i piedi toccano il parquet oppure quando corrono per le scale... e se mi parli di baci la mia anima romantica sospira perchè ci sono "schiocchi" così soavi... appena accennati, ma restano impressi per sempre...
    E' bello viaggiare con te sull'onda dei tuoi pensieri, mi sai portare lontano con le immagini perchè parli di cose che so e sento... e mi piace sentire il suono della dita sulla tastiera, mentre ti lascio il commento... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri sera da Fazio c'erano ospiti Silvestri Gazzè e Fabi, per il loro album! Conoscevo diverse canzoni ma non avevo mai sentito "alzo le mani" che poi è un inno a tutti i rumori che emozionano! Così ho preso spunto!! :) ...la cosa bella è che poi si crea un intreccio di parole, stati d'animo e anche intuizioni, che ogni commento puó diventare quel LA per un nuovo argomento!! Bello il rumore dei piedi sul parquet...quello scricchiolio confortevole!! A prestoooo

      Elimina
  6. Che bello svegliarsi con il profumo di un dolce e una bella tazza di caffè latte.
    E' quello che ci vuole Silvia.
    Come va ?
    Baci e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inco buongiorno!! ti offro volentieri una fettina di questo plumcake così chiacchieriamo!! buona settimana anche a te!!

      Elimina
  7. che favola questo plumcake e che favola queste foto!!!!ottimo risveglio direi….

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Azzurra grazie!!! che bel nome che hai :)

      Elimina
  8. Legger di poesia ascoltando un sospiro profondo d'immensa soddisfazione nella lettura.
    Adesso. In questa casa vuota e silenziosa sento il mio sorriso mentre scrivo questo commento e le mie dita frenetiche non vedono l'ora di complimentarsi, tanto che ad ogni errore di battitura si fermano frementi perché non sanno come fare per cliccare INVIO il prima possibile! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io Ro sento fin qui il tuo sospiro che mi restituisce la soddisfazione, come sempre quando leggo un tuo commento! e nell'immaginare il ticchettio della tua tastiera e magari le tue gatte con le orecchie drizzate ad ascoltare, facendoti le fusa, ascolto anche il mio di sorriso!! grazieeeee :)

      Elimina
  9. Sai sempre trasportarci in un mondo incantato con le tue parole, le tue foto e le ricette. Buonissimo il plumcake.
    Un abbraccio cara Silvia

    RispondiElimina
  10. Quanto mi piace passare a trovarti..sento sempre quella splendida sensazione di pace e complicità..siamo in perfetta sintonia (penso proprio che noi nati in primavera abbiamo una sensibilità molto accentuata x le piccole sfumature della vita...)
    Domattina passo a fare colazione da te ^_^

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe