Fondersi senza confondersi... (PEANUT BUTTER ICECREAM E NOCCIOLATA)

13:41

Ci sono cose nella vita che amano legarsi in un vincolo d'amore, dove due sono uno restando ancora due. 

"Fondersi senza confondersi è alla base di ogni rapporto che funzioni" (Cit. Massimo Bisotti)

Un intreccio di mani a passeggio.

Il gusto intenso e infinito dei baci. 
La luce e l'ombra dell' anima, il bianco e il nero dei pensieri.

Le radici forti di un albero con la sua terra.

 La dolce attesa di un bebè. 

Lo sposalizio di culture in cucina.

Le idee che danno vita ad un progetto.

Un orizzonte che si riflette nell' acqua.

L' antico e il moderno.

L' amore con  la "A" maiuscola.

La sintonia del tempo con la musica.

Realtà e fantasia dentro un sogno.

Così mi chiedo se non sia questo in fondo il segreto di un' unione perfetta, fondersi senza confondersi è legarsi profondamente rimanendo ancora sè stessi.
...un po' come una coppetta di gelato al burro di arachidi variegato di crema alle nocciole...
ci si lascia avvolgere nella pace dei sensi riuscendo a riconoscerne ancora i sapori.


peanut butter ice cream and Nocciolata

peanut butter ice cream and Nocciolata

Peanut Butter Ice Cream e Nocciolata


Ingredienti per il burro di arachidi:

100 gr di arachidi sgusciate (già tostate non salate)
un pizzico di sale
1+1/2 cucchaini di miele di millefiori
1/2 cucchiaino di zucchero di canna
4 cucchiaini di olio di arachidi

Ingredienti per il gelato

250 ml di panna fresca
200 ml di latte intero
100 gr di zucchero semolato
il burro d' arachidi preparato
2 cucchiai abbondanti di crema di cacao e nocciole (per me Nocciolata di Rigoni di Asiago

Preparazione:

Sgusciate le arachidi e mettetele in un frullatore elettrico con 4 cucchiaini di olio di arachidi. Frullate  alla massima potenza fino ad ottenere un composto molto cremoso, anche leggermente granuloso.
Aggiungete il miele, un pizzico di sale e lo zucchero di canna e frullate ancora fino ad amalgamare il composto. Lasciate raffreddare completamente.

A parte, in un pentolino, scaldate a fuoco basso e per qualche minuto il latte con lo zucchero (fino a scioglimento). Lasciate raffreddare. Unite il burro d'arachidi al latte e mescolate. Unite l'intero composto alla panna e con un frullatore ad immersione amalgamate il tutto. Lasciate in frigorifero per almeno 3 ore.

Aggiungete il composto alla gelatiera e mantecate per almeno 30 minuti.
Una volta preparato il gelato aggiungete due cucchiai abbondanti di crema di cacao e nocciole e con una spatola in silicone girate per ottenere la variegatura.

peanut butter ice cream and Nocciolata

Con questa ricetta partecipo al contest

http://foodbloggers.rigonidiasiago.it/parte-il-nuovo-contest-il-mio-cuore-batte-per/




You Might Also Like

22 commenti

  1. Adoro il tuo modo così sincero di venerare gli abbinamenti in cucina! Me ne accorgo da una frase, da una parola lasciata lì ad indicare la strada, da un bagliore d'rgoglio in una proposta così tanto audace, eppure così azzeccata! Certo forse l'inceere dell'autunno non aiuta, ma sta anche in questo il bello: sapere che nonostante il vento e le nuvole, una coppetta di scioglievole gelato paradossalmente riscalda l'animo! E lo fa stuzzicando risate e invogliando muoversi e ballare. A fare festa! Ed ecco che (in)fondere se stesso nell'altro diviene un bel gioco!
    Ok, ma bando alle ciance, datemi un cucchiaino! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cercavo un'idea. Un' idea che fosse un pochino insolita, poi nel frattempo ero anche alle prese con un libro e nel leggere mi colpì molto questa frase...allora poi tutto ha preso forma! si ad ottobre forse è arduo presentarsi con un gelato, ma in realtà l'ho preparato in una bellissima giornata dai colori accesi, piena di sole che quasi sembrava essere ancora estate, e allora...perché no, come dici tu, anche una coppettina può riscaldare il cuore! il mio cucchiaino preferito con su scritto "happy" stamattina si è rotto!!! :( te ne presto uno con su scritto "thank you for being you Ro" lo faccio scrivere apposta!! :) un abbraccio!!

      Elimina
    2. ...ed io non potrei esserne più onorata! :)
      <3<3<3

      Elimina
  2. Una dolce fusione in cui due anime si abbracciano e continuano a riflettersi una dentro l'altra... e si dondola dentro questa deliziosa crema.. questa è davvero poesia Silvia!
    p.s. sai che non ho mai partecipato ad un contest? Ma questo è proprio bello.. cerco un'ispirazione e ti seguo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa! sei sempre troppo carina tu! questo contest è bellino e poi non c'è limite alla fantasia, soltanto l'utilizzo di un prodotto a scelta! e tu sei brava quindi vai vai partecipa!!! sai che c'è cara? che cerco di trovare sempre una ragione per vedere le cose belle, che quelle brutte che intristiscono ce ne sono fin troppe!! buon weekend bella!

      Elimina
  3. Sei sempre bravissima, Silvia.. i tuoi post e le tue ricette.. bravissima <3 Questo gelato, insieme alla crema, è goduria pura! :D Un abbraccio grande, buon weekend <3 :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto Vale!! devo tornare nel tuo blog, perdona tanto la mia assenza! ti seguo sempre però con le tue creazioni sulla pagina!! buon weekend anche a te e a presto

      Elimina
  4. L'inizio di questo post potevano sembrare il testo di una canzone di Jovanotti ^_^ Non so se 6 una fan ma a me piace tantissimo e lo considero a tutti gli effetti un poeta moderno ^_^
    L'intreccio di due anime che sanno "fondersi" senza "confondersi" è la visione perfetta di un amore duraturo e sincero. Il tuo gelato lo spiega alla perfezione :-P non ho ancora messo via la gelatiera e non sai che voglia mi hai fatto venire..mannaggia alla dieta :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai pensa che io non sono esattamente una fan...oddio qualche canzone mi piace però! bello però l'accostamento poesia e musica! oh cara Consu poi ne parlo proprio io che l'amore duraturo mi è sfuggito via, però sai, ci credo ancora! brava qualche gelatino ci sta ancora!! un bacione...ps..io avevo fatto un po' di dieta e ho ripreso tutti i miei chiletti! mannaggia :(

      Elimina
  5. mi piace tantissimo quella frase...
    forse perchè ancora non ho trovato come fondermi senza confondermi!!!...
    ecco cosa devo imparare: ad essere un gelato, variegarmi con una ricca crema di nocciole, ma restando io gelato e lei crema! :-)))
    metafora perfetta per me...io adoro il gelato, lo mangio tutto l'anno!!! e qui mi piace l'orginalità e pienezza dei gusti.
    brava Silvia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Eleonora è piaciuta tanto anche a me proprio per lo stesso motivo! però ci ho riflettuto, ho avuto un anno da "single" che mi ha fatto capire certi errori importanti, amare sì ma non diventare dipendenti. intanto gustiamoci insieme una coppetta di gelato dai, ci sta! un abbraccio e a presto

      Elimina
  6. è sempre bello passare di qua e leggerti mia cara, che belle le tue parole...e la tua coppetta è golosa al punto giusto, tanto che mi accomoderei comodamente sul divano per gustarla in pieno relax...
    Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Simona questo sabato, va beh come molti sabati ultimamente, me ne sto a casa...allora virtualmente sediamoci sul divano e chiacchieriamo un po'...sicuramente avrai anche tu tante sfiziose delizie!! a presto e buon fine settimana

      Elimina
  7. Io penso sia questione di... magia. Di incastro perfetto, di combaciare, di sentire quel "click" speciale che ha un suono leggero ma potente. Di intesa che va oltre il discorso delle affinità, ma è qualcosa che sfiora l'anima, la pelle. Di capirsi nel modo migliore: con facilità, senza chiedere o spiegare troppo. E allora non sarà confondersi. Ma semplicemente amarsi.
    Sono un'inguaribile romantica e nonostante i lividi penso caparbia che prima o poi accadrà quello che dici... e che non finirà. Ecco, sta qui la differenza: non finirà.
    E magari non finisse anche il tuo gelato, lo immagino buonissimo, vado pazza per le nocciole! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto sono vere le tue parole Franci, quel tassello preciso che combacia con l'altro, in cui tutto diventa naturale, mai forzato o dovuto per il semplice fatto che sentiamo il dovere di farlo, ma spontaneo! è vero, si tratta di qualcosa che quando arriva ti stupisce e si non finirà non finirà!! il gelato in compenso è finito già tutto ahahah...aspetto di leggerti domani sera! nel frattempo un caro abbraccio!

      Elimina
  8. Complimenti Silvia, una coppetta tanto golosa e invitante!!!!

    RispondiElimina
  9. questa coppetta di gelato è una vera libidine!
    baci e buona domenica
    Alice

    RispondiElimina
  10. Fondersi senza confondersi, senza paura che quel che siamo possa essere troppo sbagliato dal giustifocare un amore. Lo devo imparare. Essere se stessi, senza perdersi troppo nell'altro, per non sentirsi svuotate poi. Fondersi senza confondersi, immaginando l'amore come una ricetta in cui tutti i sapori devono venire a galla, miscelandosi ma non perdendosi. Fondersi senza confondersi e in quella coppetta di gelato mi immergerei, perdendomi ma per un buon motivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo devo imparare anche io Paola, per ora l'ho capito, speriamo che ci sia l'occasione giusta per mettere in pratica certe lezioni di vita! che poi comunque si sbaglierà sempre, ma è bello anche così! Fondersi senza confondersi, hai detto una cosa soprattutto che mi ha colpito, non sentirsi svuotate nel caso le cose non vadano nel verso giusto...chissà...è molto difficile! intanto ti offro volentieri una coppetta...un caro abbraccio

      Elimina
  11. Persa a leggere il tuo post per potermi poi gustare la ricetta!!! Bravissima

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe