Scegli un' abitudine che ti appassioni... (BRIOCHES INTEGRALI E MARMELLATA)

12:09



"Il miglior tipo di felicità è un’abitudine che ti appassiona."
(Shannon L. Alder)

La mia è scegliere di non abituarmi...

Mi piacciono i risvegli con la musica in sottofondo, quando rimani ancora sotto le coperte, ma senti dentro l'energia per iniziare. Ogni inizio porta con sè qualcosa di nuovo e ogni giorno è una colonna sonora da scegliere...

Sì, mi piace scegliere con cura e dedizione...
mi piace scegliere che l'abitudine non arredi la mia mente o il mio corpo...la mattina è oggi una tazza di tè, domani un caffè ristretto, dopodomani una spremuta d'arancia, a seconda delle sensazioni che sento. E cambio tazza, quasi tutte le mattine. Indosso l'abito della novità per non abitare stanze tutte uguali, per non avere la certezza che domani entrerò sapendo già cosa mi aspetta...
Scelgo colori e profumi per parlare di come mi sento: un ombretto chiaro per non mostrarmi troppo, un color corallo per accendere una passione, un verde brillante per dire che oggi mi sento decisa. Un profumo alla vaniglia per coccolare, una nota di orchidea per sedurre, un pizzico di cocco se ho voglia di viaggiare.

Scelgo un motto tutti i giorni: un aforisma, una frase presa da un libro, una frase sentita da una canzone, qualcosa che dia un "la" alla giornata, una sorta di buongiorno sempre diverso.

La vita è fatta di cose che si ripetono continuamente, è inevitabile, si ripetono le azioni, i visi, i suoni, gli odori, gli affetti, le parole...ma scegliere di mescolare ogni volta gli ingredienti per ottenere la stessa ricetta con delle variazioni è l'abitudine che più mi appassiona.

E mescolando ingredienti oggi ho fatto una nuova colazione!


Per questa ricetta sono partita dalle dosi suggerite da Simona del blog TavolaArteGusto.it  , una ricetta realizzata con un impasto simile alla pasta brioche e non quindi ai cornetti sfogliati. Il risultato è una pasta più compatta. Ma comunque buona. Io ho apportato modifiche agli ingredienti rispetto alla sua versione, ma ho mantenuto lo stesso procedimento senza usare l'impastatrice. 


 Brioches integrali con marmellata ai frutti di bosco

Ingredienti:

300 gr di farina manitoba
200 gr di farina integrale
15 gr di lievito di birra fresco
150 ml di latte scremato (temperatura ambiente)
100 gr di burro a tocchetti (temperatura ambiente)
2 uova
50 gr di zucchero di canna
6 gr di sale
2 cucchiai di miele millefiori
marmellata a piacere (per me marmellata ai Frutti di Bosco Rigoni di Asiago)

tempo di lievitazione: 2 ore + 1 ora 

in aggiunta

un po' di farina manitoba da aggiungere all'impasto se risulta troppo morbido
1 tuorlo per spennellare
zucchero al velo per decorare

Preparazione (a mano senza impastatrice)


In una ciotola a sponde alte versare le farine setacciate, lo zucchero di canna, il latte e il lievito e impastare per qualche secondo. Aggiungere il miele e continuare ad impastare. Aggiungere una alla volta le uova (fate assorbire completamente il primo uovo prima di aggiungere il secondo). Impastare. Versate il tutto su una spianatoia e aggiungete il burro a tocchetti e il sale. lavorate bene l'impasto per una decina di minuti. Potrebbe essere necessaria l'aggiunta di un po' di farina manitoba per far assorbire meglio i liquidi. (da valutare a occhio) Dovrete ottenere un impasto liscio e bello compatto. Riponetelo in una ciotola coperta da una pellicola trasparente e fate lievitare per almeno 2 ore. Trascorso il tempo l'impasto sarà ben lievitato, rompete la lievitazione lavorandolo un po' con le mani. Stendete un rettangolo di almeno 20/25 cm di altezza, spessore circa 8 mm e ottenete tanti triangoli isosceli di base circa 8 cm, dovrete fare un' incisione di circa 1,5 cm alla base. Appena dopo il taglio mettete un cucchiaino abbondante di marmellata a piacere e avvolgete il triangolo su se stesso per fomare le brioches. Spennellate con un tuorlo e lasciate lievitare ancora 1 ora. Foderate una teglia con carta forno, riponete le brioches ben distanziate e cuocete per 20/25 minuti (a seconda del forno) a 180°. A fine cottura lasciate raffreddare su una gratella. A piacere spolverate con zucchero al velo una volta raffreddate.



Con questa ricetta collaboro con

http://www.rigonidiasiago.com/

You Might Also Like

17 commenti

  1. Questi me li mangerei ogni santa mattina x colazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio se prendessi un'abitudine come questa io ingrasserei 5 chili alla settimana! :)

      Elimina
  2. Anch'io amo svegliarmi sempre con qualche nuova idea, emozione e prospettiva. Anche le mie colazioni sono sempre diverse e spesso dettate dall'umore ballerino che mi contraddistingue, ma su certe cose amo l'abitudine. Stessa tazza, stessa postazione e tovaglietta gialla con le papere :-P I tuoi cornetti ci starebbero proprio bene nel mio quadretto quotidiano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco pensa che io cambio anche posizione! ;) va beh senza esagerare, però mi diverte questo aspetto! da te ho un sacco di cose da imparare sulla lievitazione, qualche volta vengo a rubare un po' di segreti per far bene il pane, visto che tu sei bravissima! ciao Consu a presto!

      Elimina
  3. Le mie colazioni sempre uguali per adesso con tristi fette biscottate, ma poi ogni tanto si cambia con una colazione speciale, e la prossima voglio che sia questa, una deliziosa brioche integrale.. grazie Silvia per questa bellissima freccia che spezza la monotonia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annalisa eccoti qui! di sicuro avrai altre cose che non ti faranno annoiare durante la giornata! sei una mamma con mille impegni e forse ogni tanto qualche pezzetto di monotonia non fa male! io cerco di fare così, piccole cose che spezzano la routine! un bacione

      Elimina
  4. Quindi la tua abitudine è il non abituarti!
    Ci dev'essere una stabilità! Lo so! Lo sento! :)
    E la tua stabilità sta nel renderti sempre originale! Ad esempio io sono sicura che tu troverai sempe un modo per distendere le linee del mio viso! Entro in casetta tua e già la luce mi aiuta, poi il corallo e lo smeraldo dei colori di ogni post mi splendono negli occhi e mi preparano a ciò che sto per leggere. E poi la tua mano delicata mi accompagna amica e mi lascia il lieve sorriso che aspettavo! Parole sempre dolci, sempre positive, ch'è sempre un immenso piacere leggere!
    E poi il tocco finale e con un morso (così tanto anelato) affondo in questa morbidissima bontà e la felicità è arrivata! :D
    Quanto mi accoccolerei tra le pieghe di queste brioches, non puoi immaginare! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo certo Ro che c'è una stabilità!! e poi sono del segno del Toro non posso cambiare tutto e infatti queste sono le piccole cose, soltanto quelle cose che in fondo sono meno importanti, ma poi per esempio c'è la stabilità degli affetti, quella del lavoro (va beh quando c'è), e allora lì mica cambio di continuo! no, cerco soltanto di spezzare la routine perchè non amo entrare nel tunnel dell'abitudine! ma per esempio ormai io mi sono abituata alla tua presenza come a quella di tante altre persone care, come credi che potrei fare senza?? :) vedi, tutto torna al suo equilibrio come sempre...grazie a te per la presenza sempre piacevole qui nella mia casetta! un caro abbraccio!!

      Elimina
  5. Scegliere di non abituarsi ed essere nuovi ogni mattina, ad ogni risveglio. Domani è un altro giorno.. e un'altra me, un'latra emozione da vivere e portare a spasso sotto il sole, illuminandola, o sotto la pioggia, proteggendola. E' un nuovo inizio che parte dal colore della ciotola a continuare col profumo da voler indossare. Rinnovarsi ogni giorno, mantenendo come abitudine quella di voler Vivere senza darsi etichette e nomi, senza definirsi in qualcosa di statico, che non lasci spazio all'immaginazione. Cominciare la giornata avvolgendo morbidezze che sono come scrigni e addentarli per tirar fuori un tesoro. Buongiorno Silvietta :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava Paola, domani è un altro giorno, e voglio viverlo partendo dalle cose più piccole, come se mi riservasse sempre qualche novità! quel rinnovarsi di continuo, è diventato il mio modo di pensare, perchè mi sono ritrovata a dover rimettere tutto in gioco e ho deciso che il gioco stavolta lo conducevo io! Buongiorno anche a te cara, abbiamo bisogno di trovare sempre un motivo che ci faccia aprire gli occhi alle cose belle che la vita offre!

      Elimina
  6. io invece sono un po' schiava delle abitudini, e quando esco fuori dal binario...beh, mi sembra di andare in crisi...forse proprio perchè sono di base un pochino insicura, non so...
    Comunque rinnovarsi ogni giorno, scoprirsi un po', trovare nuove cose da fare e da godere...beh è sicuramente una cosa bellissima e...che dire...voglio provare anche io a mettermi in gioco....non è mai troppo tardi, vero?!
    Scappo, e ti rubo una di queste delizie...del resto è ora di colazione, no?!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simona ma magari tu hai una vita estremamente movimentata! ecco siccome per ora la mia non è esattamente così, cerco di non arredare il tunnel della monotonia, spezzando il più possibile la routine attraverso i piccoli gesti quotidiani! Però provare non è mai tardi per nulla, io un anno fa non ero mica così positiva, ho deciso che la positività doveva scorrermi nelle vene perchè solo così stavo meglio! un abbraccio

      Elimina
  7. Ho preparato anch'io lo scorso week end un po' di croissant, ma voglio prima o poi provare anche questi briochiati!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Mila, la mia preferenza va ancora ai croissant sfogliati, che rimangono comunque più leggeri! questi non lo sono esattamente! ma magari ad avere l'impastatrice sarebbe stato meglio per creare delle alveolature più soffici all'impasto! chissà bisogna provar tutto!! a presto

      Elimina
  8. Mi sono innamorata dell'introduzione a questo post... però anche le brioches buone eh!

    RispondiElimina
  9. Eccomi, eccomi! Mi scuso se non sono arrivata prima, ma sai che leggere più post di seguito e prolungare la mia sosta qui è piacevole? Mi rilasso, mi immergo tra le tue parole, trovo spunti, rifletto, annuisco, mi lascio ispirare... siamo simili anche in questo: ci piace variare, non essere uguali a noi stesse, movimentare le giornate anche con piccole cose (i nostri amati dettagli), improvvisare secondo l'umore, non appiattirci, non (s)cadere nella routine e cercare la fonte di un sorriso sempre nuovo... le novità possono rallegrare, in attesa di quelle più grandi che possano rappresentare delle svolte (meglio ancora se affettive/emotive, eh?!) è giusto coccolarci con quelle più piccole e quotidiane che possiamo crearci noi, come far colazione con delle brioches fatte in case che sanno stupire... stupiscono te che le hai preparate e noi che le ammiriamo e personalmente questa è una delle mie future sfide! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mancherebbe Franci anzi grazie come sempre della tua presenza! sono sempre felice di leggerti! Esattamente così, in attesa di quelle sante svolte emotive/affettive che tanto si fanno attendere, ma anche semplicemente di qualcosa che rimetta un po' in moto la vita quotidiana, poi bisogna trovare il modo di rendere ogni giornata una nuova giornata! A dire il vero questo andrebbe fatto sempre! Quella voglia di cercare, cambiare, sperimentare, rinnovarsi sempre! Ecco un'abitudine che però ormai è una bellissima abitudine è quella della presenza tua, come di altre ragazze che ormai mi fanno compagnia da tantissimo tempo, sono cresciuti i pensieri, la voglia di condividere i momenti...e credimi anche questa è un'abitudine che ormai mi appasiona! :)

      Elimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe