Sgranando fave come fossero particelle di meraviglia... (PESTO DI FAVE E MENTA)

15:04



Ovunque, mescolate alle particelle d’aria che respiriamo, ci sono particelle di meraviglia e di impossibile. E solo la destrezza di un mago riesce a catturarle.
(Fabrizio Caramagna)

Ho visto la meraviglia lungo i muri di un sotto passaggio alla stazione, con disegni che sembravano opere d' arte, pronti a colorare pezzi di città spenti e inosservati.

L' ho rivista poi dentro gli occhi chiusi di una bimba appena nata, tra le braccia della tenerezza di un uomo.

L' ho sentita venir fuori da una chitarra, tra gli applausi e l'emozione di chi ascoltava e nascondersi dietro l' angolo di una casa, mentre si arrampicava con foglie robuste e fiori blu come il cielo in una notte d' estate.

L' ho inseguita mentre volava sopra il mondo come una farfalla e l' ho presa per mano quando ho sentito che profumava d' amore.

L' ho respirata in un viale pieno di acacie e gelsomini e l'ho (ri)conosciuta dentro due occhi castani che mi guardavano profondamente.

Ho sgranato fave come fossero particelle di meraviglia perchè non è affatto difficile catturarle in ogni dove se presti attenzione.

 Dopo tutto, tutti avremmo bisogno di cercarla nel quotidiano, per sentirci un po' più felici e forse anche un po' più leggeri e condirci le giornate come un pesto di fave al profumo di menta.


 


Pesto di fave e menta 

Ingredienti:

 1 kg di fave (peso con baccello)
7 gr di foglie di menta 
45 gr di pecorino romano
1 spicchio d' aglio
30 gr di mandorle
1/2 cucchiaino di sale (facoltativo)
5/6 cucchiai di olio e.v.o.

Preparazione:

Sgranate le fave e sbollentatele in acqua bollente e salata per 3 minuti. Passatele sotto l'acqua fresca e con una piccola incisione togliete anche la buccia, facendo uscire la fava. 
Unite le fave a tutti gli altri ingredienti e con un mixer ottenete una crema.








You Might Also Like

26 commenti

  1. Che foto stupende Silvia, hai reso poetiche anche i baccelli delle fave :-) questo pesto è davvero originale, e sicuramente freschissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie mille Elena!! arrossisco! :**

      Elimina
  2. Amo follemente i pesti "alternativi" ed il tuo mi incuriosisce tantissimo :-) Bello poter condire la propria quotidianità con questi sapori ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vuoi sapere una cosa Consu? io non mangiavo le fave, e invece questo pesto l'ho trovato originale e fresco!!

      Elimina
  3. Sono buonissime le fave e la combinazione con la menta è divina.
    Buon venerdì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trovato effettivamente molto buono questo abbinamento!! grazie a anche a te!

      Elimina
  4. Come adesso, tra queste righe nasce la mia meraviglia, per questi attimi che fai vibrare con le tue parole, con queste immagini e questi sapori. Tu Silvia, sei una speciale e delicata poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu sei sempre una gioia Annalisa!! grazie di cuore, un bacione grande!!

      Elimina
  5. Semplice, fresca delicata come te questa ricetta.
    Io invece dell aglio ci metto mezza cipolla. Lo faccio oggi col riso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Manu!! ;) grazie! fammi sapere poi se ti è piaciuto, e come ci sta la cipolla nella variante all'aglio! tanto noi ci sentiamo sempre!

      Elimina
  6. questo persto ha un colore splendido e la meraviglia è un bene prezioso, nascosto nei nostri occhi anche se a volte nella fretta ci dimentichiamo di accenderla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Lara, la fretta a volte non ci fa prestare attenzione, ma se facciamo in modo di non dimenticarci di scovare un po' ovunque la meraviglia, ci farà soltanto bene! grazie mille!

      Elimina
  7. Ma io ti adoro punto!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia tu sei sempre fantasticamente carinissima!!!

      Elimina
  8. Questa meraviglia che hai negli occhi ti rende ancor più bella, se possibile.
    Ancor più sensibile.
    Ancor più speciale.
    Ca(r)pire i dettagli che gli altri lasciano dietro sé, cogliere ogni minimo particolare di vita e di emozione, descriverlo con impalpabile leggerezza e condividerlo con gioia è ciò che ti rende unica.
    C'è luce in quegli occhietti... e non smetterei mai di apprezzarne le scintille luccicose! :)
    Intanto però, assaggio... se no, come faccio a dirti che questo pesto è "gnammoso"? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si riesce davvero ad essere felici, trovare la meraviglia attorno a noi è ancora più semplice! cogliere le cose belle è diventato per me un esercizio quasi quotidiano, perchè si dice che quando non si smette di meravigliarsi, non si invecchia mai per davvero!! tu assaggia pure cara Ro...

      Elimina
  9. Sarebbe bello avere occhi e animo limpidi e sereni per scorgere sempre intorno a noi sprazzi di meraviglia.
    Ottimo questo pesto, lo proverò!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice, non è difficile riuscirci se lo vuoi!!

      Elimina
  10. Non è difficile trovar particelle di meraviglia, per noi che amiamo cogliere dettagli in quel contorno che ci circonda.
    Non è difficile neppure quando gli occhi sembrano essere appannati. Ed il cuore accorre in aiuto, perché lui sa vedere e sentire.
    Non è difficile, neppure quando quelle particelle si colorano di tinte forti come il tuo pesto che tanto amo e che preparo spesso.
    Sa di estate Silvia il tuo post. Di una stagione che attendiamo, certe che ci regalerà tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello quel "sa di estate"...in questi giorni qui a Milano praticamente è ottobre e la voglia di sole e di bel tempo si fa proprio sentire! la voglia di una stagione un po' più stabile, con il tempo e con tante altre cose che la vita ci riserva!!

      Elimina
  11. La parola "impossibile" la guardo spesso dritta negli occhi, come se la sfidassi per dimostrare che nulla in fondo lo è davvero, soprattutto se c'è volontà o sentimento... certo, a volte è lei a vincere, ma io non demordo e continuo a credere che possiamo osare e tentare molto, prima di arrenderci! La meraviglia credo invece sia un po' ovunque, anche se ben nascosta... stanarla è come un compito o una missione quotidiana e quando appare è consolante, mi fa vedere che lo stupore (r)esiste e possiamo spalancare gli occhi in qualsiasi momento! Tu adesso gli occhioni dolci li hai ben aperti e mi piace sentirti così sognante e positiva... sei un bacello di fave che si è schiuso, mani giuste hanno saputo farlo con delicatezza... e guarda che pesto, che verde, che profumo! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non demordere mai Franci, la parola arrendersi lasciamola in un posto in cui dimenticarsi che esista! la meraviglia tu la sai cercare e trovare in ogni dove, e anche per me è diventata una sorta di missione quotidiana, che voglio sempre cercare di portare avanti!!

      Elimina
  12. bellezza, dolcezza e idee sfiziose... è quello che mi aspetto ogni volta che entro nel tuo spazio e.... mi accontenti sempre <3

    RispondiElimina
  13. Ciao Dolcissima, ho già provato questo delizioso pesto di fave e lo trovo fantastico!
    Bravissima Silvia...le tue ricette sono come te semplici e delicate!
    Felice 2 giugno! Un caro abbraccio , Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  14. Grazie Silvia, quanti bellissimi spunti dalla tua cucina... è sempre un piacere leggerti!

    RispondiElimina
  15. Ma originalissimo!!!! Da provare assolutamente! Grazie!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe