SE IL TRUCCO C'E'... QUAL E'? - TORTA DI GRANO SARACENO E MARMELLATA DI MELOGRANO

14:32



Me lo diceva sempre la nonna, ai suoi tempi non si usavano smacchiatori e detersivi particolari per ottenere "il bianco che più bianco non si può", le donne utilizzavano la cenere del camino! Mentre un bicchiere d'aceto poteva bastare per ravvivare i colori...

Lei che ormai aveva tutti i capelli bianchi, mi raccontava il suo segreto di gioventù: per averli lucenti e morbidi, faceva impacchi con olio d'oliva e qualche volta si permetteva una maschera con tuorli d'uovo...

Sapeva fare delle ottime crespelle, le faceva sempre sotto Natale, ma nessuno ha fatto in tempo a chiederle quale fosse la sua ricetta...di sicuro so che non avrebbe avuto dosi precise, perchè "le cose si fanno a occhio", questo era il suo segreto!
 
Anche la mia mamma doveva aver carpito, forse anche lei da sua nonna, il trucco per far splendere vetri e specchi: carta da giornale imbevuta d' alcol...una passata e tutto brillava. Lei che, ancora oggi, pulisce piccoli oggetti d'argento con il dentifricio per farli di nuovo brillare...

Tutte le volte che preparo la pasta fresca mi ricorda di mettere un goccio d'olio nell' acqua di cottura, per non farla attaccare, e ultimamente, mi ha insegnato tutti i passaggi per cucinare il polpettone ripieno perfetto!

Il trucco c'è anche quando non si vede insomma, di solito è un piccolo segreto che si tramanda nel tempo, che ha una storia di diverse generazioni, che si confronta con quelli più moderni, che sa che senza di lui manca qualcosa o qualcosa non riesce del tutto bene...

E allora con questo post io vi faccio una domanda...se il trucco per non far affondare la marmellata nell'impasto in cottura c'è...qual è?
Povera torta...lei è anche venuta buona, eppure la marmellata è finita di nuovo tutta sul fondo...


Torta di grano saraceno con marmellata di melograno 

Ingredienti:

160 gr di farina di grano saraceno
140 gr di farina 00
150 gr di zucchero di canna
4 uova
110 gr di burro fuso
una bustina di vanillina
una bustina di lievito per dolci
marmellata a piacere (per me Fiordifrutta Melograno Rigoni di Asiago
zucchero al velo

Preparazione:
N.B.: Vi lascio comunque la mia preparazione, sappiate che la marmellata mi è finita sul fondo. Potete eventualmente preparare la torta e una volta raffreddata tagliarla in due e farcirla con la marmellata. 


Unite le uova allo zucchero di canna e con uno sbattitore elettrico ottenete un composto chiaro e spumoso. Aggiungete le due farine setacciate un po' alla volta, continuando ad usare le fruste elettriche. Unite il burro fuso e mescolate, in ultimo aggiungete la vanillina e il lievito. Foderate una teglia con della carta forno inumidita, ben strizzata e stropicciata, versate il composto preparato e sopra aggiungete dei bei cucchiai di marmellata. In forno preriscaldato a 180°, cuocete per circa 30 minuti. 
Decorate con zucchero al velo una volta raffreddata.






You Might Also Like

32 commenti

  1. uhm...io proprio non lo so, interesserebbe anche a me carpire questo segreto...
    La torta però ha un aspetto a dire poco strepitoso, sai?!
    Adoro la farina di grano saraceno, ma la uso poco perchè qui storcono il naso, ahimè...
    Bacione grande grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simona, speravo che tu lo sapessi il trucco...ma ad ogni modo verrà fuori...la torta effettivamente è venuta buona, l'aveva già preparata in passato, ma l'avevo tagliata a metà e farcita allora! forse anche mia sorella storcerà il naso con il grano saraceno...ahahah...bacioni anche a te

      Elimina
  2. Silvia, io il trucco non lo so, ma questa torta sembra fantastica nonostante la marmellata sul fondo :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie lo stesso Manu! un abbraccio anche a te!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Rosa, si è buona nonostante la marmellata sia un po' affondata ahahah...

      Elimina
  4. Ah le nonne e i loro segreti...ne sapevano una più del diavolo. Riusciva proprio tutto a loro. E parte dei segreti trascritti qui li conosco anch'io. Degli altri ho preso nota.
    Certo, non so dirti Silvia quale sia il segreto per non fare affondare la marmellata nell'impasto. Magari quel trucco non vuol proprio rivelarsi. Io so per certo, che la tua torta ha un aspetto delizioso. E sarebbe ideale con un tè freddo (fa troppo caldo qui da me).
    Ti abbraccio forte forte. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ho scritto questo post mi è subito venuto in mente il tuo Melania, che avevo letto un paio di giorni prima! le nonne loro sapevano cose in più! e quindi da te fa caldo?? wooow immagino...qui invece è tornato l'autunno a tutti gli effetti! un abbraccio forte anche a te!

      Elimina
  5. Mamma mia che aspetto invitante questa torta... rustica e golosa, bravissima!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Simona! eppure sai che a casa non piace molto il grano saraceno? non tutti apprezzano questa farina rustica nei dolci! graziee

      Elimina
  6. Forse l'impasto non era abbastanza denso?? Non lo so, a volte succede anche a me e altre invece no O_o cmq quella fetta non la disprezzerei x niente :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere Consu! una di queste volte provo a farne una delle vostre per capire il trucco!! comunque dai si fa mangiare lo stesso...ogni tanto è utile fare questi post per confrontarsi e imparare dalle alre! a presto

      Elimina
  7. Io vedo solo una tortina dal gusto verace, concreto e tanto rustico che con la confettura messa diventa una libidine. Silvia il segreto per non far scendere la marmellata non lo conosco, ma ho imparato chr il dentifricio serve a pulire l'argento! Grazieeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah vedi è utile anche questo scambio di trucchi! la torta è comunque buona, anche se a casa storcono il naso per la farina di grano saraceno...non apprezzano :)

      Elimina
  8. Penso che il trucco sia quello di raffreddare tantissimo la marmellata che deve essere quasi conselata. In questo modo credo che mentre la marmellata si " scioglie l'impasto cresce e si consolida....penso proprio sia così!!!!!Adesso svelato il barbatrucco un bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terrò conto anche del tuo trucco Cristina...prima o poi trovo la giusta combinazione!! graziee

      Elimina
  9. Io ho notato che se faccio il procedimento uova montate con zucchero e poi il resto l'impasto viene abbastanza soffice e la marmellata crolla, se invece faccio il metodo della montata del burro con lo zuccheero poi uova etc l'impasto viene molto sodo e la confettura tende a rimanere nel mezzo. Poi non so, questa è la mia esperienza.
    Sai che non sapevo la cosa del foglio di giornale con l'alcol?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del resto in pasticceria i passaggi contano molto ed effettivamente può essere che questo sia il motivo! di sicuro l'impasto deve essere più corposo...e dai, allora ho svelato io dei trucchi a te!! :) a presto cara

      Elimina
  10. I segreti tramandati... mamma mia che meravigliose abitudini! Anche io ne ho qualcuno nascosto. Altri invece sono esattamente sovrapponibili ai tuoi! :) Ricordo perfettamente i moniti della nonna e quanto spiegasse lentamente e con pazienza tutti i passaggi necessari per far le cose... io poi ero così curiosa, così avida di conoscenze! Volevo saperle tutte, volevo non smettesse mai. Così se ti capita di rifare questa immaginifica bontà al grano saraceno (che solo per questo meriterebbe il plauso! Io lo adoro letteralmente!) prova ad appoggiare semplicemente la marmellata sull'impasto. Con un cucchiaino non troppo pieno e con pazienza ricoprendo ogni fetta immaginaria. Vedrai che l'impasto crescendo e gonfiandosi coprirà la marmellata in superficie, ma non la farà sprofondare!
    Un bacino cara Silvia! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente le mie cucchiaiate erano belle piene e pesanti!! che sia questo...unito poi ad un impasto che deve essere meno soffice e più corposo! ci proverò! grazie Ro...ti farò sapere la prossima volta! un baciotto anche a te!! :***

      Elimina
  11. I trucchi delle nonne sono sempre fantastici come le loro ricette, mi dispiace ma anche per me resta un segreto come non far affondare la marmellata, però sinceramente a me questa torta sembra fantastica e golosissima!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì Alice, se lo scopriremo il segreto bene...altimenti le torte saranno buone lo stesso!! baci anche a te, a presto

      Elimina
  12. Ma il trucco è proprio questo, una torta che cela il ripieno che non ti aspetti. E solo negli impasti morbidi e ariosi accade, nei mappazzi non di sicuro !!!! A parte gli scherzi, a me la tua torta piace proprio così e se la marmellata non dovesse affondare, la spingerei giù io. Un abbraccio forte cara silvia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I mappazzi mi hanno fatto sorridere Lisa! ahah vengo subito a trovarti cara, è un po' che non ci vediamo io e te...

      Elimina
  13. Che bella torta rustica, che la farina di grano saraceno rende molto particolare e a me piace tantissimo.....marmellata sprofondata compresa!!! Se il trucco c'è non lo conosco, anch'io ho fatto diverse prove ma ogni volta il risultato è a sorpresa e comunque non riesco ancora a capire quale sia il passaggio che fa la differenza......mi auguro di non diventare nonna prima di trovare la soluzione!!!
    Baci

    RispondiElimina
  14. Una torta fantastica cara Silvia ...complimenti, bravissima!!!
    Un dolce abbraccio e felice settimana!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  15. Una torta rustica e profumata, senza trucco, senza inganno!
    Ho sorriso, perché anche mia mamma pulisce i vetri con la carta del giornale.. che bel ricordo..
    Ed il trucco della marmellata? Facciamo una promessa, non appena lo escogitiamo corriamo a scriverlo qui da te!

    RispondiElimina
  16. Ricordi che avevo scritto un post sui segreti? L'argomento mi piace! :-) Quelli più magici in cucina sono quelli che non si comprendono in pieno e lasciano aperti spiragli di sorpresa, sai? Sono giunta a questa conclusione, perchè è vero che alcuni segreti sono utili e pratici, ma tanti altri sono magici e quindi imprendibili... e più affascinanti ancora! La marmellata decide lei dove posarsi... libera, anarchica, imprevedibile! Come la vita che può prendere la rotta che vuole, senza avvisare... un giorno arriva un colpo di vento, la marmellata scende sul fondo mentre il sorriso (ri)sale sul viso! Ne sai qualcosa, vero? :*
    ps: quando tornerà la stagione dei melograni, voglio provare a fare una marmellata homemade!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me lo ricordo esattamente, ma l'argomento piace molto anche a me! :) forse è così, non possiamo prevedere tutto e come la vita anche la marmellata prenderà le sue decisioni in autonomia e sceglierà di fermarsi più in superficie o scendere a fondo delle cose :) ...la tua idea della marmellata di melograno mi piace un sacco, sarai bravissima già lo so!! a presto Franci

      Elimina
  17. le nonne e i loro trucchi.. è una immagine che ha sempre i colori della felicità, non è vero? ma questo trucco della marmellata forse non si vuole palesare appositamente: forse sta solo aspettando la nonna giusta che lo riveli <3

    RispondiElimina
  18. Mah effettivamente non saprei qual'è il segreto!!! però mi piace la tua ricetta.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  19. Ho trovato il tuo blog su un ricettario della Rigoni. Cercavo proprio una torta con la farina di grano saraceno.... Per quel che riguarda la marmellata credo che deve essere molto fredda e dura, come quando dicono di mettere la crema alla nocciola in congelatore, perciò che non vada sul fondo. Comunque grazie della ricetta. A presto.
    Ale

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe