Incontri...

19:27

 

Si incontrarono in metropolitana. Lei era alta, con la pelle abbronzata, una lunga treccia di capelli neri e alcune ciocche che le scendevano dietro le orecchie, quasi in maniera disordinata. Indossava una camicetta azzurra e un completo nero. Ma più di ogni cosa mi colpì il suo ventaglio bianco in pizzo ad intarsio, risaltava, mentre lo sventolava per farsi aria dentro quello spazio così stretto e pieno di persone. 

Vicino a lei un uomo, alto anche lui, dai lineamenti molto delicati, bello oserei dire, molto bello. Mi colpì di lui la sua ammirazione per quella donna, la sua delicatezza quando le passò una mano tra i capelli per spostarle una ciocca, e quando si avvicinò al suo orecchio per farsi sentire meglio. O forse voleva soltanto sentire il suo profumo. 
Io rimasi ad osservarli per tutto il tempo, con rispetto e devozione, quasi con paura a sbirciare qualcosa di così pulito e privato. 
Chissà, forse erano sposati, o forse erano due semplici anime che si incontrano...
Ma quell'attimo lo incorniciai tra le cose belle che fanno sognare, e in quell'istante seppi che sapore dovevano avere gli incontri d'amore, come quando il cacao scuro si fonde in un impasto chiaro, la loro unione diventa inevitabilmente una cosa sola. 

 P.s.: la mia ciambella è esteticamente impefetta, anche se buona nel sapore.
Magari avrà il tempo di riuscire a migliorare...



Ciambella bicolore

Ingredienti:

120 gr di burro
80 gr di yogurt bianco dolce
 170 gr di zucchero semolato
1 bustina di vanillina
4 uova intere
1 fialetta di aroma al rum
175 gr di farina 00
125 gr di frumina
1 bustina di lievito 
cacao amaro q.b.

Preparazione:

In una terrina a sponde alte, unite il burRo,  lo zucchero e la vanillina e amalgamate e montate leggermente. Aggiungete lo yogurt e un cucchiaio di farina, unite uno ad uno le uova e continuate a montare con le fruste elettriche. Unite le due farine e aggiungetele al composto setacciate, poco alla volta, continuando ad amalgamare. Aggiungete in ultimo l'essenza al rum e il lievito. Tenete da parte un po' di impasto e aggiungetevi del cacao amaro (quantità a piacere), nel frattempo imburrare ed infarinare una teglia per ciambelle e aggiungete a cucchiaiate l'impasto chiaro. Sempre a cucchiaiate distribuire l'impasto scuro, muovendo un po' i due impasti tra loro. In forno a 170 gradi per circa 45/50 minuti

 





You Might Also Like

16 commenti

  1. Bellissima l'introduzione a questa torta..e anche la torta (che non trovo affatto imperfetta ;)).. amo l'incontro del ciccolato con l'impasto chiaro, due anime così diverse che danno quel sapore inconfondibile!!!
    Te ne rubo una fettina!!!
    Buona serata e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazia Barbara! troppo gentile! ma la verità è che io avrei voluto un dolce con le striature belle in vista aahaha niente ci riproveremo con un altro impasto!! buona serata anche a te!

      Elimina
  2. Bellissima e assolutamente invitante...la morbidezza è evidente, un bacione, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina, si era morbido comunque!

      Elimina
  3. Capisco bene al magia di questo incontro...il mio panbrioche variegato al cacao nasce proprio con le stesse emozioni nella lista degli ingredienti :-)
    Un bacio Silvietta, vorrei tanto forti compagnia domattina a colazione con questo goloso cake :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Consu, ecco io avrei voluto le striature del tuo panbrioche!! e anche la bontà di tutto quello che riesci a preparare! ti seguo con tanto piacere e sono contenta di vedere tutta la passione che metti, soprattutto ora che non è soltanto un hobby questo per te!! sei adorabile! vieni quando vuoi, colazione, merenda.... :))))

      Elimina
  4. Ogni incontro è sempre speciale...come lo sono i semplici ingredienti di questo ciambellone, che adoro già!
    Buona colazione e buona settimana cara amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado di cose semplici Simo, mi riescono meglio!! a presto tesoro

      Elimina
  5. Io trovo che le imperfezioni siano di fatto la peculiarità perfetta di ognuno di noi! Se non ne avessimo, saremmo omologati e noiosi... questa ciambella, invece, parla di soddisfazione, di cura e di voglia-di-assaggiare-qualcosa-di-buono-tremendamente-buono. E si sente con quanta ammirazione è stata introdotta, con quale racconto di quotidianità incantata, con tale dovizia di particolari che quasi mi rammarica non potere assaggiare anche io questo piccolo incontro di bontà.
    Bentrovata Silvia cara... questo spazio tutto nuovo e profumato mi ha accolta con grande calore... sa di Provenza, profumi e gite piene di raggi di sole! Mi piace! :) E tu come stai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione anche tu! allora facciamo finta che grazie a questa imperfezione, la mia ciambella si aggiudica il premio simpatia! bentrovata anche a te Robi, sei mancata sai?? e sono contenta che ti piaccia anche la mia nuova grafica! l'ho cambiata tante volte, ma questa è la volta giusta! "è lei"...almeno con la grafica riesco...con le anime gemelle un po' meno ahahah :), io sto così...ricomincio di nuovo da qui! un abbraccio forte!

      Elimina
  6. Ah l'amore...che dilemma! Crediamo di non saperne fare a meno. Ma se l'abbiamo accanto, a volte, non riusciamo neppure a vederlo.
    Ho chiuso gli occhi un'istante, ed ho sentito un tuffo al cuore. Incontri del genere sono assai rari, ma capitano. Così come è accaduto a te. Di far incontrare i tuoi ingredienti, di malgamarli per assaporare qualcosa di nuovo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello sentirti dire "un tuffo al cuore", mi piace tanto osservare, anche solo come spettatrice, questi momenti di romanticismo! e così è stata anche una bella storia di anteprima al mio ciambellone! fosse tutto così facile, come unire il cacao all'impasto chiaro! :) a presto

      Elimina
  7. Un incontro speciale, forse normale per qualcun altro, ma per le anime sensibili è facile leggere dentro la trasparenza di certi occhi, di certi sguardi..
    Ti abbraccio forte, tesoro, ti abbraccio tra il bianco ed il nero di questo dolce meraviglioso, restando in attesa di qualcosa di stupendo ed imparando anche a godere di questo altrettanto magico momento..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa! ho proprio bisogno di abbracci sinceri come il tuo, di quelli che "è come se fondessimo impasti" mi piace non perdere la speranza, e il cuore è anche così che lo nutri, raccontandogli che le belle cose ci sono!

      Elimina
  8. Adoro osservare le persone in metropolitana, cercare quei gesti che mi raccontino la loro storia, osservare le coppie e la loro vicinanza, l'amore che arriva a farsi vedere attraverso quei piccoli gesti che ne raccontano l'intimità. E' bella questa coppia che descrivi, il loro catturarsi o il semplice stare vicini. E' bello avere gli occhi giusti per osservarli, come fossero soli in mezzo a un miliardo di persone, perfetti con i loro difetti, come questa ciambella che è bellissima, nel suo cacao e vaniglia, nel suo attrarsi di opposti. Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena ho visto questa coppia ho subito cercato di immortalare questo momento, e sapevo che in un modo o nell'altro lo avrei voluto raccontare accompagnandolo a qualche ricetta! Abbiamo tutti gli occhi giusti, io poi che abito a Milano, non amo la fretta e la confusione di questa città, allora cerco di ritagliarmi dei momenti così, in cui far rallentare le cose per goderne a pieno la bellezza! un abbraccio forte anche a te!

      Elimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe