Amo riempirmi di parole e seminarle su panini da infornare

17:28

 

 Ho molto tempo per leggere e quando non sono impegnata a fantasticare con gli occhi incollati al finestrino di un autobus, durante il tragitto per andare a lavoro, intrattengo i pensieri con tutte le storie che mi appartengono.

Dò morsi avidi di curiosità, mando giù bocconi che si fermano a metà quando entra in scena la suspance, prendo fiato e rilasso la pancia quando sento che una storia mi riempie, mi soddisfa, al pari di un piatto condito di felicità.

 Amo riempirmi di parole, farle mie, sottolineare parti di me, percepire l'affinità con alcuni personaggi,  giocare con le virgole che mi lasciano andare oltre, fermarmi a riflettere davanti a puntini di sospensione e bere tutto in un sorso emozioni vive, per poi correre verso la fine senza guardarmi indietro.

Le parole mi aiutano a riempire gli spazi vuoti, quando questi si insinuano come spifferi da finestre che non ho ancora chiuso, facendomi avvertire il freddo. Allungo le mani sui libri per sentirne il tepore, sicura che mi protegeranno perché sanno comprendere la parte più fragile di me. Per lo stesso motivo scrivo tanto e semino parole su panini da infornare, perché possa trasmettere agli altri quello stesso calore.



 

Bagel al salmone 
(ricetta originale dal blog Anice e Cannella)

 Ingredienti:

300 gr di farina 00
100 gr di farina manitoba
225 ml di latte bollente
25 gr di zucchero
50 gr di burro
15 gr di lievito di birra fresco
4/5 gr di sale
1 albume
1 tuorlo (per spennellare)
semi di sesamo e papavero e sesamo

 condimento a piacere, io li ho provati così:

salmone affumicato, formaggio spalmabile, erba cipollina, insalatina, olive rosatelle.


Preparazione:
Fate bollire il latte, poi versatelo in una ciotola a sponde alte, aggiungete burro e zucchero, mescolate con una frusta fino a completo scioglimento. Lasciare intiepidire.
Aggiungere il lievito sbriciolato, mescolate e fare riposare per 5 minuti.
Aggiungete l'albume e il sale, poi la farina un po' alla volta. 
Trasferite l'impasto su una spianatoia in legno ben infarinata. A me è stato necessario aggiungere qualche cucchiaiata di farina per far risultare l'impasto non più appiccicoso.
 Lavoratelo molto bene, per almeno 10/15 minuti, sbattendolo sul tagliere più volte.
Una volta ottenuto l'impasto, riponetelo in una ciotola larga coprendo con della pellicola trasparente e lasciatelo riposare in forno per 1 ora (piccolo trucco, scaldatelo a temperatura molto bassa per 1 minuto e poi spegnetelo, aiuta la lievitazione).
Lasciate che l'impasto raddoppi di volume.
Trascorsa l'ora, prendete l'impasto e dividetelo in panetti uguali (12 da circa 65 gr l'uno).
Lavorate l'impasto in maniera da ottenere dei panini tondi a cui poi andrete a praticare un foro al centro del diametro circa di 2 cm.
Lasciateli riposare per 10 minuti circa.
Durante l'attesa mettete sul fuoco una pentola a cui aggiungerete dell'acqua, portate a ebollizione.
Quest'acqua servirà per immergervi i panini, (consigliamo di metterne due alla volta per facilità), fateli bollire 10 secondi da un lato e 10 secondi dall'altro.
Poi toglieteli dall'acqua e metteteli su un panno pulito ad asciugare.
 Cominciate a scaldare il forno a 180°, quando i vostri panini saranno pronti, rivestite una teglia con carta da forno e posizionateli distanti tra loro in modoche non si attacchino durante la cottura in forno. Spennellate con il tuorlo e decorate con i semi di sesamo e papavero a piacere.
Fate cuocere in forno per 20 minuti circa a 180°, fino a doratura.
 
  

You Might Also Like

19 commenti

  1. Anche io amo la lattura e mi piace accompagnarla spizzcando qualcosa, questi bagel sarebbero perfetti! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo almeno 3/4 libri al mese se riesco ed è un piacere che cresce sempre! Un bacio cara

      Elimina
  2. che delizia...un bel libro e uno dei tuoi superbi bagel sarebbero un'accoppiata perfetta!
    Ti abbraccio amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mettiamo anche una tazza di cioccolata di quelle che prepari tu?? Certo col salmone no però 😂😂 un abbraccioo

      Elimina
    2. Allora facciamo un buon tè.... ;)
      Bacione

      Elimina
  3. Le parole del tuo post trasmettono sensibilità e calore e non sai di quanto avrei bisogno ora con l'ansia a mille che mi travolge di uno di questi deliziosi bagel magari accompagnato da un buon the, che per me è sempre terapeutico.
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Alice, combatto con l'ansia da tantissimi anni, so come ti puoi sentire. Allora facciamo così, siediti qui con me, il the lo metto io tu avrai senz'altro un dolce me lo sento...facciamo due chiacchiere e magari un pochino passa! Un abbraccio

      Elimina
  4. Leggere un bel libro , assaggiando uno di questi bagel sarebbe davvero appagante. le tue foto sono splendide, mi pare quasi di poterli toccare. Un super abbraccio Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie lisa! Sono stata tanto contenta anche io di questo set! I Nagel li avevo fatti tanti anni fa ma stavolta mi sono davvero riusciti! Un abbraccio anche a te

      Elimina
  5. Io ho pochissimo tempo per leggere, e lo faccio di sera molto tardi e di solito immancabilmente il libro crolla accanto ed assieme a me.. ma che sensazione di coccola stupenda la carta ed il profumo dei libri..
    Silvia questi bagel li adoro, quando li mangio li scelgo esclusivamente al salmone.. ne sono proprio dipendente! Direi che è arrivato il momento di provarli a casa, sicuramente con la tua ricetta perfetta.. bravissima! <3

    RispondiElimina
  6. Sei davvero fantastica Silvia..leggi e fatti coccolare dalle parole, riempi il vuoto di felicità e solo cose belle, buone e colorate! Te lo meriti :-)
    Questa ricetta è piena di luce e ottimismo, si vede che sei sulla strada che ti regala un sorriso sincero ^_^
    Un bacio <3

    RispondiElimina
  7. Noi siamo quelle che vedono parole ovunque. Le vediamo mentre il bus in corsa ci porta a casa. Le scorgiamo ai bordi delle strade, come fossero quei fiori che nessuno raccoglie mai.
    Le sentiamo quando stanno per arrivare, come un buon profumo che vuole farsi sentire.
    Sono loro, a farci compagnia. A sostenerci quando ne sentiamo il bisogno.
    Sono l'insieme di tutte quelle lettere che legate danno vita a qualcosa di unico.
    Come i tuoi bagel...
    Che ho adorato da subito:))

    RispondiElimina
  8. Anch'io amo perdermi tra le pagine di un bel libro e vivere mille storie e mille vite, ed è meraviglioso tornare alla realtà con qualcosa di bello e buono come i tuoi gustosi bagel!!!
    Baci

    RispondiElimina
  9. I libri sono un ancora di salvezza, un modo per uscire dalla realtà e altre volte per trovare se stessi... Poi un buon libro e questi tuoi panini e si ha un bel momento gustoso di relax! Brava :)

    RispondiElimina
  10. Nelle parole mi perdo ogni giorno, istante dopo istante. Come te, cerco le affinità, il mio sentire in un libro, pensieri riportati su fogli di carta che potrei sentire miei e forse è per questo che quel libro ci ha scelte in quel momento. Amo ripeterle, sottolinearle e riscriverle su un quadernetto, così da ritrovarle appena ne ho bisogno. E amo lanciarmi nelle storie degli altri, conoscere, scoprire, perché dietro ogni parola in un libro c'è un mondo. E se fossero semini, sono sicura, il loro mondo sarebbe uno dei tuoi soffici bagels da farcire di fantasia. Un abbraccio Silvietta

    RispondiElimina
  11. Anch'io come te amo la lettura, i tuoi bagel al salmone sono fantastici :)
    a presto
    Rosy

    RispondiElimina
  12. Ciao Silvia! Rieccomi da te dopo tanto tempo... qui ci sono solo cose stra golose vedo... un abbraccio, Erika

    RispondiElimina
  13. Io senza le parole non sarei io... :-) Sono come la pelle, qualcosa che mi appartiene... ma lo sai, anime simili si incontrano anche per questo, perchè "sentono" quando si amano le parole ed è un amore vero, puro, viscerale... e spesso anche necessario! Mi piace la delicatezza delle tue riflessioni, la poesia è un ottimo modo per vedere il mondo e per mettere in fila lettere...
    Sai che i bagel voglio farli da tempo? Rimando, rimando... anche se mica so perchè! Forse temo il passaggio nella pentola, ma non mi farà frenare e prima o poi vedrai che appariranno!
    (adoro come li hai farciti, ripenso a Copenaghen!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu e le parole siete una cosa sola, te l'ho sempre detto! Il tuo è un modo veramente unico di accostarti a loro e questo è molto bello! Le parole sono lì a ricordarci tante cose, per questo le stringo forte! Quando preparerai anche tu i bagel vedrai che ti sentirai sollevata, e il passaggio nell'acqua non farà paura!...p.s. Copenaghen prima o poi andrò anche io, spero presto!

      Elimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe