La strada per star bene è lastricata di mele, frutta secca e uvette

17:38


"Credi che siamo i soli sul cammino della felicità? Ci sono persone come noi ovunque e tutte in marcia. Alcune sono più avanzate di altre e certe sono soltanto ai primi passi,  ma tutte cercano la stessa cosa: una vita veramente appagante." 
(Sergio Bambarén - L'onda perfetta)


Ho imparato che non c'è mai una strada uguale all'altra, che le scorciatoie sono meno faticose ma poi alla fine non portano da nessuna parte e che è bene mettersi in cammino fin da subito per raggiungere quello che stiamo cercando. 
Ho capito che non esiste davvero una strada sbagliata ed una giusta, esiste soltanto un tempo in cui facciamo delle scelte dettate dal cuore o dalla ragione e iniziamo a percorrere una via. A volte si torna indietro, a volte ci si accorge di sentire un richiamo dietro l'angolo, una musica diversa che ci attira verso sé, e allora svoltiamo, facciamo un giro diverso, magari poi per tornare al punto di partenza, magari invece per scoprire qualcosa di nuovo.

Ho visto persone fare avanti e indietro lo stesso tragitto per tanti anni, pur sapendo di non andare più da nessuna parte eppure non avere  il coraggio di perdersi in nuove strade, per ritrovarsi nuovi. Ho visto persone incapaci di interrogarsi e fermarsi ai bivi, ma camminare senza prestare attenzione a dove mettevano i piedi, incuranti del fatto di diventare anche ciechi di fronte ai cartelli stradali più importanti della vita. Ho visto persone decise invece, che hanno seguito l'intuito e sono arrivate là dove volevano, seppure con fatica e sudore. 

Ho capito che la strada che percorriamo siamo noi stessi e allora è bene guardarsi attorno, con la curiosità e la meraviglia dei bambini, decidere i nostri tempi e le scarpe giuste da indossare. Io so che la mia strada per star bene è lastricata di mele, frutta secca e uvette, perché la imbocco ogni qualvolta cerco conforto. Non è forse questa la vera ricerca della felicità?  




Questa ricetta prende ispirazione dalla ricetta di Daniela

Torta rustica con farina di castagne, mele, frutta secca e uvetta

Ingredienti per la frolla:

400 gr di farina di castagne
150 gr di zucchero moscovado o di canna grezzo
150 gr di burro ammorbidito 
1 uovo + 1 tuorlo
un cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di latte
un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

2/3 mele golden delicious (abbastanza grosse)
50 gr di mandorle
50 gr di nocciole
50 gr di noci
100 gr di uvetta sultanina gialla o rossa
una noce di burro
100 gr di zucchero di canna
una spolverata di cannella 

Preparazione:

Iniziamo a preparare la frolla: in una ciotola a sponde alte, unite la farina, il burro ammorbidito, le uova, un pizzico di sale, lo zucchero e un cucchiaio di latte, impastate gli ingredienti fino ad ottenere una frolla compatta e omogenea. Avvolgete il panetto in una pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti. 
Passiamo al ripieno: mettete in ammollo in acqua tiepida le uvette. Tostate la frutta secca, tagliata grossolanamente, in un pentolino o nel forno (a piacere). Tagliate le mele a cubetti piccoli.
Mettete a cuocere il composto in una padella antiaderente, aggiundo una noce piccola di burro e lo zucchero di canna. Fate cuocere per circa 15 minuti, e lasciate carammellare leggermente. Fate intiepidire il composto del ripieno. Imburrate e infarinate una teglia per crostate, foderate con 2/3 dell'impasto (base e bordo), lasciate 1/3 da parte per le strisce decorative. Aggiungete il ripieno, decorate con le strisce a piacere. In forno preriscaldato per circa 35/40 minuti a 180°.



You Might Also Like

19 commenti

  1. Tesoro, quanto hai ragione!!!! E soprattutto...quella è la "nostra" strada...la strada che dobbiamo percorrere noi, con i nostri piedi, le nostre scarpe. Perché siamo noi che dobbiamo raggiungere un determinato percorso e non gli altri. Possiamo accettare delle indicazioni, lungo la nostra strada...ma ricordandoci, poi, che nel momento in cui prendiamo una decisione...quella è la NOSTRA decisione.
    Che bella questa crostata. Sa proprio di felicità!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima riccia!! Eh sì è così, nel bene o nel male la strada è nostra e dobbiamo essere attivi e mai passivi! Ti ringrazio molto un abbraccio grande

      Elimina
  2. un dolce meraviglioso, e che dirti...ogni strada è irta di percorsi belli e facili, ma anche con svincoli e angolature difficili...io provo a percorrerla giorno per giorno, anche con fatica...
    Un bacione e buon inizio settimana amica mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Importante Simona è non procedere mai per inerzia,,mi riferisco ovviamente ai periodi difficili! Poi quando si trova il benessere o si raggiunge un certo grado di felicità è tutto più semplice! Buona settimana anche a te cara

      Elimina
  3. Molto buona da provare a fare la frutta secca mi piace salvo le nocciole. Eh si la strada è quella che percorriamo prima di tutto per noi stessi e da li si dirama verso le altre strade e percorsi che poi ci fanno avvicinare ad amici ecc ecc.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige piacere di conoscerti! Sbaglio o non ci siamo mai presentate? Vengo subito a trovarti e grazieeee

      Elimina
  4. Ti seguo ad occhi chiusi su questa strada perchè sento che è quella più giusta anche x me :-)
    Golosissima crostata, ti rubo una fettina e ti auguro una felicissima settimana <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ammiro proprio tanto per aver fatto diventare un hobby un'attività che ti impegna davvero! Ti seguo sempre, almeno nelle tue foto! Tmruba tutte le fettine che vuoi, sei sempre la benvenuta qui! Un baciotto grande

      Elimina
  5. Ne avrei da dire sulla tua premessa.. ... mi limito a dirti che concordo
    La crostata è MERAVIGLIOSA! Complimenti' 😘👏

    RispondiElimina
  6. "Ho capito che la strada che percorriamo siamo noi stessi" Questa è una delle frasi più belle che abbia mai letto, ti arriva dritta al cuore... quanta verità in queste parole! E quanta golosità in questa torta rustica che racconta di meraviglise giornate d'autunno. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cara mi hai colpito molto sai? Le tue parole sono arrivate con sorpresa e gioia! Se diciamo "la strada siamo noi" forse facciamo più attenzione quando la percorriamo e in fondo ci rispecchia! Un bacio a te

      Elimina
  7. Quella strada la percorriamo tutti. È vero!
    C'è chi fa meno fatica nel percorrerla e giunge dritto dritto alla meta. Chi invece, quella strada la percorre pur sapendo di potersi smarrire.
    Poi, c'è chi invece, non ha affatto voglia di scoprire per scoprirsi nuovamente. Ma si limita solo ad accontentarsi.
    Io ti vedo lungo la via. Tenace e caparbia più che mai nel raggiungere quanto di più bello la vita sa e può offrire.
    Come la torta che offrì tu...e che voglio provare! ☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si Melania! La caparbietà è un mio pregio, anche se io lungo la strada cado parecchie volte, ma mi rialzo sempre! E se anche farò più fatica so che prima o poi questa sarà ripagata! Un abbraccio

      Elimina
  8. Perdersi in nuove strade è il motore che mi ha portata dove sono e la curiosità è la spinta ad andare ancora avanti a cercarne di nuove in cui perdersi. Restare immobili è difficile e non so come resista chi lo fa. Ma io adoro perdermi, come adoro trovare la strada di casa seguendo mele rosse e pois di nocciole. Trovare una torta del genere è il mio ritorno preferito. Baciotti Silvia :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci stai riuscendo benissimo, vedi gli sforzi sono ripagati! E il tuo è un esempio calzante, di come non bisogna smettere di inseguire i sogni, anche se a volte si cade e ci si sbuccia ancora le ginocchia! Arrivo subito da re! Bacioniii

      Elimina
  9. A volte quanta forza occorre e quanto coraggio,anche solo per svoltare un angolo.ma se poi ti si presenta uno scorcio che ti lascia senza fiato,allora tutto e' ripagato.Stamane mi imbatto in un tripugio di cose golose e salutari,il tutto racchiuso in una crostata deliziosa...oggi il mio cammino mi ha regalato un emozione,grazie tesoro😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo forte Damiana bella, non è semplice affatto! Ma se ci rimane la curiosità e la speranza che qualcosa possa cambiare in meglio, allora tentare può essere la cosa migliore da fare! Grazie a te un abbraccio

      Elimina
  10. Oggi, con il cielo che ha spazzato via le nuvole più scure, posso dire con fierezza che mi piace... essere in viaggio. Sentirmi così: in movimento. Non solo verso qualcosa, intendo dentro me stessa. In fondo le prime strade da scegliere sono interiori e riguardano noi, solo noi. Quei bivi sono tra cuore, testa e pancia. E' bello ascoltarsi, è bello fermarsi a capire la direzione. E' meno bello quando scende la nebbia, quando piove e non abbiamo riparo, quando il vento ci fa sbandare o le persone lanciano sassi, invece che fiori. Ma fa parte comunque di quel viaggio. E più ostacoli si superano, più ci si sente forti. E decise a proseguire, a volte correndo anche o facendo qualche passo di danza... o qualche saltello! Siamo combattenti, ricordalo. Adoriamo le mele, siamo golose di frutta secca come di emozioni e spargiamo uvetta al posto delle molliche di pane, sulla via... :-)

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe