Quello che il menù ha da dire...

14:27


Oggi facciamo un gioco, ispirato da alcune pagine di un libro letto qualche mese fa,

Si inizia con lo scomporre gli ingredienti dell'insalata: *
Cavolo cappuccio: genere maschile, bello, riservato, dal cuore tenero.
mela: genere femminile, lei è un tipo curvy, tonda, succosa, dolce.
carota: genere femminile ma non troppo, abbronzatura, sole, estate.
frutta secca: presa come categoria appartiene anche lei al genere femminile, amante della compagnia e delle feste, socievole.
chia: femminile, esotica, un po' insipida punta solo sulla bellezza.
Allora la storia è questa: *
L'insalata ci dice che al tavolo ci saranno molte donne, pronte a mettersi in gioco, tutte diverse l'una dall'altra, che dovranno conquistare l'arbitro chef, un tipo chiuso e riservato. Cercheranno di mettere in risalto le loro doti: chi punterà sulla femminilità, chi sulla bellezza, chi sulla simpatia o sul carattere solare. 
 Colpo di scena: introduco un altro piatto, la vellutata, fatta con gli stessi ingredienti!
L'entrata in scena della vellutata metterà tutte un po' in difficoltà, perchè lei è una donna completa, femminile, calda e confortante, che darà un senso di sazietà al palato e ai sensi. 
Chi vincerà la gara?  
Aggiungete del condimento a piacere alla storia, come aceto, olio e sale e fatemi sapere cosa ne pensate.
 Ecco fatto, a questo punto, come vedete, il menù è un libro aperto.*

Si ringraziano per la partecipazione anche un bellissimo gattone, una pianta grassa che resiste al freddo e la ceramica di un numero civico, che con i suoi colori ha colpito il mio occhio in una giornata fredda e nuvolosa. 

*(frasi tratta dal libro "Le scelte che non hai fatto di Maria Perosino")



Insalata croccante di cavolo cappuccio viola, con mela, carote,
frutta secca e semi di chia 

Ingredienti:

del cavolo cappuccio viola tagliato a fettine sottili
una mela piccola (varietà croccanti tipo fuji, royal gala, pink lady)
qualche mandorla da aggiungere spezzettata
qualche noce da aggiungere spezzettata
carote 
1 cucchiaino di semi di chia
aceto (quello che preferite)
olio extra vergine d'oliva
sale q.b. 

n.b: se la preparate in anticipo, non tagliate le mele altrimenti si annerirebbero, aggiungetele per ultime.




Vellutata di cavolo cappuccio viola, con mela, carote e frutta secca

Ingredienti:
brodo vegetale
cavolo cappuccio viola 
carote
1/2 mela piccola (varietà croccanti tipo fuji, royal gala, pink lady)
1/2 cipolla bionda 
qualche mandorla tritata
qualche noce tritata
olio extra vergine d'oliva

Preparazione:
Preparate del brodo vegetale. In una pentola a parte aggiungete dell'olio extra vergine d'oliva e fate soffriggere leggermente una cipolla bionda, tagliate le carote, il cavolo cappuccio e la mela a fettine molto sottili (per faciliare la cottura e il passaggio con il mixer), mettete a cuocere con il brodo fino a cottura degli ortaggi. Passate al mixer le verdure per ottenere una vellutata, condite a piacere con frutta secca tritata e se volete un goccio d'olio. 





You Might Also Like

15 commenti

  1. CHE DELICATEZZA LA TUA INSALATA E LA VELLUTATA, UN TOCCO CHIC IN CUCINA NON GUASTA MAI, BRAVISSIMA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Eccomi, sulla scia del mio colore preferito, quel viola con cui ho colorato casa e dettagli. E se dovessi pensare a un colore femminile penserei proprio al viola, il glicine in particolare, con la delicatezza e il mistero che un po' lo avvolge. E la versione autunno/inverno avrebbe proprio il colore della tua vellutata.. e sono saltata così a trovare il colore perfetto per il tuo libro aperto. Andrei di pennellate viola (e qualche tocco di giallo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sebbene il mio colore preferito sia il verde, il secondo candidato è il viola! proprio il color glicine di cui parli, perchè dà un senso di delicatezza e pace! Paola, mettiamo pennellate di colore un po' ovunque, che ce n'è tanto bisogno!!

      Elimina
  3. che meraviglia oggi il tuo angolino....colori delicati, piatti deliziosi, profumi intensi, insomma aggiungi un posto a tavola che arrivo...
    Ti abbraccio cara, diventi sempre più brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona! ci provo, con tanta passione e imparando anche dalle più esperte come te! belli questi scambi di posto, di tavola in tavola, si cresce insieme e ci si sente unite! un abbraccio a te!

      Elimina
  4. Bellissima storia e bellissime immagini: la bellezza è nutrimento dell'anima! Complimenti e ancora auguri per un 2017 bello come i tuoi post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza la bellezza da trovare un po' ovunque, mi appassirei come un fiore lasciato senza acqua! auguri anche a te Cecilia!

      Elimina
  5. Bellissimi colori e squisiti ingredienti.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu! Vorrei concentrarmi su qualche ricetta meno calorica!

      Elimina
  6. La scelta x lo chef è davvero difficile oggi...forse io punterei sulla vellutata ma solo perchè qui fa un freddo lupo :-( in altre condizioni forse opterei per l'insalata croccante. Vada come vada mi hai conquistata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvivaa! Darò più spazio alle ricette salutari rispetto ai dolci, anche per cambiare un po'! Il tempo di bere un caffè e vengo a leggere del tuo meraviglioso pane bicolore!

      Elimina
  7. Incredibile quanto ci sia da dire su un piatto, ancor più su una ricca e colorata insalata come la tua....benchè con questo freddo faccia più colpo la calda vellutata! Anch'io bisogna che mi concentri su piatti meno calorici, ma intanto con la scusa delle basse temperature mi coccolo ancora un pò!
    Baci

    RispondiElimina
  8. Quel libro mi sa di bello, sarà una delle mie prossime letture. Amo il cavolo viola pertanto quoto sia l'insalata croccante che la vellutata. Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Che insalata dai gusti particolari, raffinati ma importanti! Amo in genere tutte le insalate croccanti, soprattutto quelle che uniscono della frutta con degli ortaggi :)

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe