Seguendo le stagioni

16:44

zuppa di grano saraceno con cavolo nero zucca e ceci

E' un inverno bello freddo quello di quest'anno, durante le scorse settimane qualcuna di voi sarà riuscita ad immortalare paesaggi innevati e fiocchi di neve consistenti, qualcuna come me li avrà desiderati e attesi con un po' di illusione, guardando dalla finestra con aria nostalgica, qualcun'altra invece avrà lasciato tracce di sbuffi nel vento, storcendo il naso contro un termometro impazzito.

Ma è inverno, è giusto che sia così.
 C'è un tempo per ogni cosa e questo è sicuramente quello di coprirsi con sciarponi di lana e cappelli caldi, sotto i quali tenere al riparo i pensieri, le idee e i buoni propositi per l'anno nuovo.

Seguendo le stagioni prendo appunti per il mese di gennaio, trascrivo tutto sulla prima pagina del mio nuovo blocco note: in copertina c'è scritto "it's time to be happy", "è tempo di essere felici", è il tempo giusto per riprendere fiato e ripartire! Ed è anche il tempo giusto di cavoli, biete e cime di rapa, finocchi, porri e ravanelli, carciofi, cardi e barbabietole, radicchio, sedano e spinaci, carote e topinambur e ancora per un po' la mia amata zucca. 
Un nuovo ingrediente stuzzica poi la mia curiosità, è il grano saraceno decorticato, lo faccio subito mio, senza esitazione! Questi piccoli chicchi hanno la forma di una piramide, pronta a schiudersi nell'acqua calda! 
Li tengo tra le mani, come fossero tanti desideri.

Mi basta scegliere gli abbinamenti e il gioco è fatto.

Seguendo le stagioni, cercherò di aspettare il momento giusto per ogni cosa, senza voler cogliere con anticipo i frutti di qualcosa che deve ancora maturare, ho promesso a me stessa di essere più paziente e attenta, le attese stesse saranno importanti. 

E assaggiare, assaggiare della vita tutto quello che ancora non conosco.



zuppa di grano saraceno con cavolo nero zucca e ceci

Zuppa di grano saraceno con cavolo nero, zucca e ceci

Ingredienti
grano saraceno decorticato
cavolo nero
zucca
ceci (secchi o già precotti)
brodo vegetale
cipolla bionda 
olio extra vergine d'oliva
sale q.b. 

n.b.: se utilizzate i ceci secchi, ricordate di tenerli in ammollo tutta una notte, prima di cuocerli

 Preparazione:
 Lavate bene le foglie del cavolo nero, se sono belle tenere si utilizza anche parte dei gambi. Tagliateli a pezzetti. Pulite la zucca dai semi e tagliatela a tocchetti. In una pentola aggiungete olio d'oliva extravergine e fate rosolare leggermente della cipolla bionda tagliata a fettine sottili, aggiungete il cavolo nero, la zucca e i ceci e coprite il tutto con del brodo vegetale preparato in precedenza (per praticità io uso utilizzo il preparato granulare vegetale). Lasciate cuocere a fiamma media fino a cottura completa degli ortaggi e dei legumi, che dovranno essere belli teneri. A parte sciacquate il grano saraceno sotto l'acqua corrente, fatelo cuocere in acqua bollente e leggermente salata, seguite i tempi di cottura delle vostra confezione (ci vorranno indicativamente 15/20 minuti), a cottura ultimata, scolate il grano saraceno e aggiungetelo al resto della zuppa preparata, fate cuocere un paio di minuti a fiamma bassa prima di servire.

zuppa di grano saraceno con cavolo nero zucca e ceci

zuppa di grano saraceno con cavolo nero zucca e ceci

You Might Also Like

23 commenti

  1. Io amo l'inverno e l'alternanza delle stagioni. E mi piace che abbiano "carattere". Quindi evviva il freddo degno del migliore inverno. La neve la attendo con ansia. Le zuppe le amo tutte. Ne ho fatto una quasi identica alla tua la scorsa settimana, tranne che per il grano saraceno che non ho messo. Che bene che stanno insieme zucca dolce e cavolo amaro, vero ?!.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh se la attendo anche io la neve! Dell'inverno mi piace soprattutto il poter godere dei momenti a casa,col forno acceso, una tazza di tè fumante e un buon libro. Pensa che io mangio solo questo tipo di cavolo è quello viola,gli altri non mi sono mai piaciuti! Passo a trovarti!

      Elimina
  2. È la mia stagione. Lo è da sempre, fin da quando ero piccina. Lo è perché amo sentire il freddo pungente sulla pelle e scaldarla poi col calore di chi ho intorno. Lo è perché mi regala dei colori a volte forti e intensi, altri tenui e opachi. È una stagione che ha bisogno d'essere scoperta poco per volta, per arrivare poi fino alla meraviglia che c'è sotto. La tua zuppa segna l'inizio di un calore che si ha voglia di sentire, di respirare la felicità attraverso piccole cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia stagione è la primavera, ma in fondo tutte hanno qualcosa di speciale ed esclusivo da vivere! Quest'anno darò più spazio alle verdure e alla frutta,un pochino meno ai dolci, perché io lievito in fretta come gli impasti 😂

      Elimina
  3. Un inverno così ci voleva, il freddo era diventato quasi un ricordo nostalgico, così come la neve...lo scorso anno non siamo nemmeno riuscite ad indossare i nostri guanti preferiti, finalmente quest'anno sì :) !
    Ora attendiamo solamente una bella nevicata anche qui, di quella fitta e alta che rende tutto ovattato e silenzioso....a scaldarci ci penserà questa zuppa deliziosa con il mio ortaggio invernale preferito e questi chicchi tutti da scoprire!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con voi! L'inverno si deve far sentire! Se dovesse nevicare dalle vostre parti sarà sicuramente uno spettacolo! E comunque è ancora lungo l'inverno! Vi piacerà il grano saraceno vedrete! Voglio imparare a mangiare più cereali vari rispetto alla pasta tradizionale! Spero di leggervi presto!

      Elimina
  4. Ma è fantastica.
    Bellissimi colori e gusto delizioso.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Manu sei sempre carinissima! un abbraccio

      Elimina
  5. Odio il freddo ma amo rispettare il ciclo naturale delle stagioni soprattutto a tavola! Con questa minestra mi scaldi il cuore, l'anima e il pancino :-) Non potrei chiedere abbinamento migliore :-)
    Buona settimana dolcissima Silvia <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so Consu, sei bravissima e molto attenta, infatti ti seguo volentieri anche per questo, perchè oltre a cucinare molto bene, presti proprio attenzione anche alla salute e alle cose che si portano a tavola!! buona settimana a te! <3

      Elimina
  6. Amo l'inverno, amo tutte le stagioni che posso vivere pienamente..e mi piace questa ricetta, così calda, corroborante.. mi fa venire voglia di abbracci e poesia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo tagliare un po' le calorie, ma la voglia di coccole rimane, calde e confortanti come le zuppe!

      Elimina
  7. Non posso dire che sia la mia stagione, ma ci sono aspetti dell'inverno che mi rasserenano e mi avvolgono . Tipo una bella zuppetta calda, dopo una giornata di gelo. Buonissima la tua e bellissime le foto. Tanti baci Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Lisa, la mia stagione è la primavera! però come te amo certi aspetti, quelli che ti danno un senso di conforto! ti ringrazio molto cara! bacioni

      Elimina
  8. La mia stagione preferita è la primavera, attendo con ansia il rifiorire della natura,il riaccendersi dei colori e l'esplosione di profumi nell'aria.....ma per arrivare a questo è giusto passare per l'inverno e accettare tutti i pro e contro delle varie stagioni!!!
    Per quanto riguarda i prodotti anch'io amo rispettare la stagionalità e cercare di prendere il meglio di quello che offre ogni stagione. Proprio per questo la tua ricca e gustosa zuppa merita di essere fatta quanto prima!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Laura anche io prediligo la primavera, mi appartiene tanto! Sarà che sono nata a maggio! Una volta non capivo così tanto l'importanza del rispettare le stagioni anche a tavola, da un po' faccio più attenzione!

      Elimina
    2. Ma che sintonia....anch'io sono nata a maggio e ti confesso che per me è il mese più bello dell'anno: pieno di promesse e aspettative per la bella stagione che verrà!!!
      E per quanto riguarda la tavola a parte i miei adorati asparagi è tutto un tripudio di verdure e frutta. Ciao maggiolina...

      Elimina
  9. Purtroppo non amo l'inverno, ma amo queste zuppe così calde e "coccolose" perfette per farci sentire bene....ecco, queste mi mancheranno più avanti, lo so...
    Voglio proprio provare anche io il grano saraceno, mi manca!
    Un abbraccio cara e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simo ti piacerà vedrai e sono certa saprai farne una ricetta golosa! Approfitta dell'inverno in questo senso...piatti caldi a gogò! E poi una delle tue tisane dopo cena!

      Elimina
  10. Pur non amando l'inverno ne apprezzo i prodotti che stagionali e le zuppe, quelle mi piacciono tanto. Mi piacciono tutti gli ingredienti che hai scelto per fare questa, complimenti. Un saluto

    RispondiElimina
  11. Scusa se arrivo tardo, a proposito di tempo che corre, sfugge, si nasconde, confonde... ma leggerti oggi ha il suo senso, perchè proprio in questi giorni, anzi, in queste ore, sto facendo la stessa riflessione e me la sto ripetendo tipo mantra: "C'è un tempo per ogni cosa". Per ogni cosa da lasciare indietro, per ogni delusione da smaltire, per ogni sogno infranto, per ogni novità che ci aspetta, per ogni ricetta da provare, per ogni luogo che dobbiamo visitare, per ogni passo da compiere anche se oggi non sappiamo la strada, per ogni sorpresa che ci farà nascere un sorriso, per ogni traguardo che è lì e vuole solo essere raggiunto...
    Le zuppe ci faranno compagnia in questa attesa, rendendola più cremosa e gustosa... e avremo sempre ingredienti da assaggiare e di cui stupirci, perchè la nostra anima è fatta così: sa ancora stupirsi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ci mancherebbe Franci, sentiti libera di arrivare quando vuoi, qui troverai la porta sempre aperta e un posticino ad aspettarti! Non smettiamo di ripeterlo, perché potrebbe volerci più tempo del previsto e sarà importante credere davvero che le cose arrivano al momento giusto! Noi abbiamo la fortuna di poter assaggiare il mondo con gli occhi e di rapirne tanti istanti, saranno le cose che ci terranno compagnia nel viaggio!

      Elimina
    2. Ma ci mancherebbe Franci, sentiti libera di arrivare quando vuoi, qui troverai la porta sempre aperta e un posticino ad aspettarti! Non smettiamo di ripeterlo, perché potrebbe volerci più tempo del previsto e sarà importante credere davvero che le cose arrivano al momento giusto! Noi abbiamo la fortuna di poter assaggiare il mondo con gli occhi e di rapirne tanti istanti, saranno le cose che ci terranno compagnia nel viaggio!

      Elimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe