Questione di feeling

18:13

 

"Feeling" è una parola che non si ferma allo stop ma va oltre, è sentire generico, sì, ma è anche sentimento, sensazione, senso, sensibilità, impressione, intuizione, coinvolgimento, è quindi un colore più tutte le sue sfumature. 

E' questione di feeling quando ad un tavolo scegliamo dove sederci, accanto a chi trovare posto, quando apriamo il menù e con il dito indice ci soffermiamo sul piatto che ci piacerebbe assaggiare. E' questione di feeling anche quando scegliamo di abbracciare oppure non farlo, quando intuiamo che un' idea è più valida di un'altra e quando ancora prendiamo una strada che sentiamo nostra, piuttosto che un percorso già battuto da altri.

E' questione di feeling se quando entro in un negozio decido di rimanere un po' o uscire dopo trenta secondi anche se i vestiti mi piacciono, se ti riservo attenzioni più attente del solito, se ho l'impressione che in un luogo mi sentirò meglio che in un altro; si sceglie per familiarità. 

Come spesso accade, io sul balcone mi siedo per terra, non saprei dirvi il motivo, semplicemente mi piace il contatto con il suolo o forse chissà è una sorta di mia protezione dalla vertigine di certe altezze a cui non sono in grado di aspirare. Fu così che il mio sguardo cadde sulla cassetta in legno bianca, dove qualche settimana prima avevo riposto vicine la menta e il timo limone. 
"Se non è feeling questo", mi son detta...

L' idea è nata subito: biscotti leggermente aromatizzati, croccanti, ben cotti, burrosi al punto giusto.
Foglioline dentro l'impasto, di quelle buone però, di cui ti puoi fidare.
Ancora una volta sono finiti dentro anche i semini di papavero...il perché ormai lo sapete.


 Petit beurre con menta, timo limone e semi di papavero 

Ingredienti:
400 gr di farina di farro
160 gr di burro
2 gr di sale
160 gr di zucchero semolato
1 uovo
10 gr di acqua 
5 gr di lievito per dolci
foglie di menta q.b.
foglie di timo limone q.b.
1 cucchiaio di semi di papavero

Preparazione:
In un pentolino sciogliete, a fuoco basso, il burro, lo zucchero, il sale e 10 gr di acqua. Una volta che il burro si sarà fuso completamente, lasciate raffreddare, girando il composto ogni tanto. A parte unite farina, lievito e un uovo intero, versate il burro sugli ingredienti secchi iniziando ad amalgamare. Aggiungete infine alcune foglie di menta spezzettate a mano, alcune foglioline di timo limone e un cucchiaio di semi di papavero, lavorate velocemente come una frolla e lasciate riposare in frigorifero per almeno 2 ore, avvolgendo il panetto in una pellicola trasparente. Stendete l'impasto (circa 4/5 mm) e ricavatene biscotti, utilizzando l'apposito stampino. Disponete su carta forno, distanziati tra loro, e fate cuocere a 180° per 12/15 minuti. 
Fate raffreddare su una gratella.
 

 






You Might Also Like

13 commenti

  1. Il mio sesto senso mi dice che quest'accoppiata ho più che un ottimo feeling! Non sai che darei per allungare una mano e rubartene un paio...sono certa che me ne innamorerei!
    Buon we dolcezza e a presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu! Buonissimo week end anche a te! Io ne ho ancora un po' di biscotti...te li invio assieme ad un abbraccio!

      Elimina
  2. Anche le immagini creano un feeling con chi le osserva.Le tue catturano e creano l'atmosfera "morbida",per cui si ha voglia di sedersi a terra e gustare i tuoi deliziosi e profumati biscotti.Si è questione di feeling,anche scegliere un blog per starci divinamente...Tanto da far sembrare il pavimento di un terrazzo,il più morbido dei cuscini🌼Bella tu sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per un attimo Damiana, mi immagino tutte noi sedute su un bel terrazzo grande, con cuscini, sedie in legno per chi vuole, un tavolino, tante buone delizie preparate e tante chiacchiere! Che bella immagine che dici?

      Elimina
  3. ...questi li devo provare assolutamente...un feeling che mi intriga e non poco direi!
    Ha ragione Damiana sulle immagini che catturano...le tue su di me hanno questo potere. E non solo...
    Ti abbarccio forte tesoro e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo mi è balenata un'idea, potresti usare le foglie della melissa, se ne hai ancora!! Pensaci...un abbraccio amica cara!

      Elimina
  4. È una di quelle parole che uso con cautela. Forse perché dietro si porta un carico di responsabilità. Ma quando succede di usarla le lettere si incastrano perfettamente l'una all'altra lasciando lo spazio necessario per andar oltre e leggere tra le righe. Così accade qui. Dove i profumi si incontrano su un balcone fiorito. Dove non temono di mescolarsi, ma tuttalpiù creano un sapore unico. I tuoi biscotti profumerebbero questo giorno di quella dolcezza indispensabile:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non è che la uso con cautela, però senz'altro non è una cosa che mi viene sempre spontanea! dipende da tanti fattori e casi ovviamente! sul cibo è più semplice vero? facciamo che io ti regalo dei biscotti e tu mi fai assaggiare una granola tart?? *_*

      Elimina
  5. Il feeling, la "sensazione a pelle", è uno dei motori più forti che ci spinge a fare o non fare certe cose. Io sono una persona piuttosto razionale ma devo dire che le migliori scelte che ho fatto nella vita sono state proprio quelle fatte seguendo il "feeling".
    E il mio feeling adesso mi dice che questi biscotti dovevano essere buonissimi, friabili e burrosi ma anche freschi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io razionale lo sono molto meno, ad ogni modo la sensazione a pelle, come dici tu, è fondamentale! certo, se ci mettessi più testa che cuore ogni tanto eviterei poi le fregature del mio sesto senso andato a male ahahah :D adesso arrivo a leggerti, perchè stamattina ho intravisto una delizia meravigliosa!

      Elimina
    2. Guarda che anche troppa testa fa male, magari si prendono meno cantonate ma si rischia di perdere anche tante belle esperienze.

      Elimina
  6. non ho ragione di dubitare che fra questi ingredienti ci sia feeling. Devono essere eccezionali, io amo i sapori particolari. Bella idea e belli i biscotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! si conservano anche molto bene per diversi giorni, chiusi in una bella scatolina di latta!

      Elimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe