Il mio saluto al sole

14:16

 vellutata di zucchine gialle

La settimana scorsa ho iniziato una cosa del tutto nuova: lo yoga! 
Da diversi anni il mio comune organizza dei corsi estivi totalmente gratuiti, quest'anno un paio di giorni alla settimana, il mercoledì sera e il sabato mattina, da giugno a settembre; il posto di ritrovo è bellissimo: il parco nord di San Giuliano, un bel polmone verde.

E' il primo anno che però sfrutto questa magnifica opportunità, e quindi ho colto la palla al balzo immediatamente! Corsa a prendere un tappetino, un bel paio di yoga pants e tanta, tanta voglia di provare una disciplina che fa bene al corpo e alla mente. 

Controllo del respiro, posizioni che allungano i muscoli, concentrazione, contemplazione, e soprattutto vivere il momento presente e sapersi ascoltare.
 Insomma, è quello che mi serve, mi sono detta. E' anche condividere qualcosa con persone nuove, rinforzare il mio lavoro sulla ricerca di ciò che fa bene, stare bene.

E sorridere...perchè se l'insegnante ti vede con la faccia imbronciata, te lo dice: "sorridi" e "rilassati".

Mani e piedi segnano uno spazio, che è il tuo spazio in quel preciso momento, il corpo si allunga, si flette, si tende, la mente si concentra, il respiro ti parla, e tu puoi fare il tuo saluto al sole, quello dentro di te.
E anche quando il sole metaforicamente tarda ad apparire, vale la pena cercarlo ovunque e comunque.
Che sia alto nel cielo o finito in una ciotola a pois, il giallo è lì per darti una mano a non cadere.

Che di restare in equilibrio c'è sempre bisogno.


 vellutata di zucchine gialle

Vellutata di zucchine gialle, con yogurt semi e mandorle

Ingredienti 
(per 1 porzione)

zucchine gialle (peso circa 300 gr)
1 carota
1 patata media
1 cipolla bionda
1 cucchiaino di brodo granulare vegetale 
olio extra vergine d'oliva 
la punta di un cucchiaino di curcuma
pepe nero
1 cucchiaio di yogurt bianco al naturale
semi vari (girasole, zucca, sesamo)
qualche mandorla

Preparazione:

In una padella mettete un goccio d'olio d'oliva extra vergine e fate rosolare una cipolla e una carota grattuggiate. Tagliate le zucchine e la patata a cubetti, coprite le verdure con dell'acqua e aggiungete un cucchiaino di brodo vegetale granulare. Procedete con la cottura per circa 20/30 minuti, coprendo con un coperchio. In base a quanta acqua di cottura avrete messo, valutate se toglierne un po' prima di passare le verdure.
Aggiungete un po' di curcuma e del pepe e passate le verdure con un mixer ad immersione, fino ad ottenere una bella crema liscia.
Vi consiglio, in questa stagione, di lasciare intiepidire la vellutata, in ultimo aggiungete un cucchiaio di yogurt bianco al naturale, dei semi vari di zucca, girasole e sesamo e qualche mandorla a pezzetti. 












You Might Also Like

10 commenti

  1. Mai viste queste zucchine, avendo avuto sempre un orto con verdure normali quando vedo vegetali ibridi, strani, incroci vari mi impressiono sempre un po' 😂 Mi piacerebbe assaggiarla questa invitantissima vellutata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, queste zucchine sono particolarmente diffuse nella zona del Friuli e del Veneto, poco conosciute e usate altrove, anche se credo che l'origine sia America del Sud (ma prendi questa cosa con le pinze...), ad ogni modo è una zucchina che ha un gusto molto più simile alla zucca, dolce, ottima per risotti, vellutate! è stata una scoperta!

      Elimina
  2. Il bivio mi pare tu l'abbia superato. La strada è davanti a te, non devi far altro che perseguirla senza mai lasciarti distrarre. Percorri il tuo sentiero, senza più timore di cadere e semmai dovesse accadere avrai la forza giusta per restar in equilibrio. Ascolta cio che hai dentro e fidati del tuo istinto (sempre).
    Io mi fido del mio dicendoti che la tua vellutata avrà un sapore buonissimo. Sono difficile da reperire qui in Sicilia queste zucchine, le cerco da un po', ma nulla. Mi coccolo guardando le tue:))che di questo colore non sono mai sazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo Melania, il timore di cadere è sempre lì, perchè prima bisogna sistemarsi con un lavoro stabile, altrimenti non è facile. Quindi quando parlo di equilibrio, mi riferisco soprattutto ad una stabilità e una autonomia necessarie per proseguire serenamente, che purtroppo in questo momento non ho. Effettivamente sono diffuse nella zona del Friuli e del Veneto!

      Elimina
  3. Che bello, sono felice che tu possa fare questa bella esperienza...anche io da anni pratico il do in, una sorta di autoshiatsu e stretching dei meridiani, non posso più farne a meno perchè mi fa stare troppo bene e non ci rinuncerei per nulla al mondo!
    Evviva le zucchine gialle, le hai trovate anche tu?!
    Che meraviglia la tua vellutata! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, non sapevo Simona! sì queste discipline hanno in comune il fatto che puntano soprattutto al benessere della persona, soprattutto a quello mentale! poi certo, anche fisico! le ho trovate in una cascina a Mediglia, hanno una parte di vendita al dettaglio e puff...ecco che hanno catturato il mio occhio!! un bacione anche a te

      Elimina
  4. Lo yoga mi ha sempre incuriosito moltissimo, questa capacità di rilassarsi, trovare la pace interiore. Solo che io proprio non sono una da palestra, odio rinchiudermi in una palestra. Forse è anche per questo che amo correre, spazi aperti, aria fresca (a volte anche freddissima ;-) ).
    Sai che non ho mai assaggiato le zucchine gialle? certo che hanno un colore anche dopo la cottura che è favoloso, pensavo che si sbiadissero invece questa vellutata ha proprio il colore del sole. Favolosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Elena, io non sono nemmeno da palestra, pensa te, però incuriosiva anche a me questa pratica, era una proposta anche gratuita, ho pensato di testare il mio interesse! Eh lo so che tu sei una che corre e anche tanto, tanto di cappello per l'impegno! E' la mia prima volta con le zucchine gialle, hanno un sapore che mi ha ricordato molto di più la zucca, abbastanza dolce...eh sì il colore si è mantenuto bello vivo!! grazieee a presto

      Elimina
  5. Da qualche settimana ho iniziato anch'io a fare yoga e non potevo farmi regalo migliore!
    Vedrai che sarà un crescendo e non potrai più farne a meno!
    Splendido il tuo saluto al sole metaforico a tavola...il colore e la luce non devono mai mancare nella nosra quotidianità! Passo anche a ringraziarti di cuore x avermi lasciato un piccolo pensiero prima della mia partenza, (purtroppo) sono già rientrata ma non vedo l'ora di raccontare tutto sul blog :-)
    Buon we e a presto <3

    RispondiElimina
  6. Mi hai incuriosita, vorrei provare.. peccato che sto dall'altra parte di Milano altrimenti verrei con te! Anche questa vellutata mi incuriosisce, di solito in estate le metto da parte ma questa è una buona occasione per riprendere in mano il frullatore ad immersione!

    RispondiElimina

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ultimi commenti

Flickr Images

Subscribe